Enti in rete L.482/99   

L'oste suonatore

L'òste sonador

Vernante – Val Vermenagna

L'oste suonatore
italiano Il signor Giovanni possiede un albergo ristorante a Vernante costruito alla fine dell'ottocento; figlio di ristoratori, ha vissuto gran parte della sua vita in osteria vedendo passare mezzo secolo di storia e tradizione in casa. Ci racconta la sua infanzia e la Vernante di un tempo, quando la gente delle borgate della Val Grande scendeva in paese la domenica mattina per vendere latte, burro, uova, galline e con il ricavato comprarsi altri alimenti provenienti dalla pianura. In tutte le famiglie oltre al duro lavoro e ai problemi, c'era sempre qualcuno che imparava a suonare la fisarmonica o il clarinetto. Giovanni ci mostra alcune foto d'epoca di suonatori locali: Nòto Sonador ovvero Giuseppe Vallauri, leggendario costruttore e suonatore di semiton e fisarmoniche cromatiche a bottoni, Severin e altri, non dimenticando lui stesso, abile suonatore di fisarmonica e suo fratello. Spesso i suonatori venivano ingaggiati a coppie, fisarmonica e clarinetto, dalle classi di leve, organizzate ogni cinque anni. Queste al mattino sfilavano con i suonatori nel paese per poi raggiungere l'osteria all'ora di pranzo, terminato il banchetto andavano a ballare e suonare per le vie e le piazze fino a tarda notte; i più resistenti vedevano l'alba.
occitan Giovanni es lo gestor de l’auberge restaurant Nacional de Vernant, construït a la fins de l’Uech Cent. Lhi siu avion já l’òste e Giovanni, despuei qu’era pichòt, a passat aquí la major part de sa vita, veient passar metz sècle d’istòria e de tradicion. Nos còntia son enfància e la Vernant d’un bòt, quora la gent de las ruaas de la Val Granda calava al país la diamenja per vénder de lach, de bur, d’uous, de jalinas e embe aquò que ganhava se chatava de ròba provenienta da la plana. Dins totas las familhas, malgrat lo trabalh dur e lhi sagrins, lhi avia sempre qualqu’un qu’imparava a sonar l’armòni o la clarineta. Giovanni nos mostra qualque fòto d’època de sonadors dal pòst: Giuseppe Vallauri, dich Nòto Sonador, legendari constructor e sonador de semiton e d’armòni, Severin e d’autri encara, pas desmentiant decò el e son fraire, tuchi dui sonadors d’armòni. Sovent lhi sonadors venion engatjats a coblas, armòni e clarin, dai conscrits que tuchi lhi cinc ans festejavon la leva. Lo matin de la fèsta s’esfilava per lo país acompanhats dai sonadors, a merenda s’anava a minjar a l’òste, puei se balava tot lo jorn per las vias e las plaças fins a nuech fonza fins que lhi darriers, lhi pus resistents, veïon esponchar lo solelh.