Asènsa: tabaccaio

baku: persona rozza, campagnolo. Persona rumorosa.

Balos: birbante, biricchino

baraventan: spaccone

entharmä: avaro

esgeräyre: sprecone, sciupone

eslé: sellaio

espesyäri: farmacista
faragodju: maniscalco

gärg: pelandrone

kalatäyre: selciatore

kaliñäyre: corteggiatore, fidanzato

karkül: maniscalco

kasäyre: cacciatore

kentäyre: cantante da strapazzo

lädre: ladro

layan: pelandrone

marthand: mercante

meou: mietitore

pastuu: pastore

pazié: paciere

perzyaris: coloro che valutavano il fardello della sposa

pétnoyra: pettinatrice

poure: povero

préve: prete

ramasäyre: spazzino

sarunéé: carrettiere, cartonaio

singre: zingaro

soudä: soldato

sunäyre: suonatore da strapazzo

sutrou: becchino

syou: falciatore

tapasyäyre: fannullone, inconcludente

trafigäyre: trafficante

 
Norme grafiche adottate dagli autori:

K e g sono sempre occlusive velari come in "casa" o in "ghepardo"

s è sibilante dentale sorda come in "sera"

z è sibilante dentale sonora come in "casa"

th e dj sono occlusive palatali rispettivamente come in "ciabatta" e in "fagiano"

ñ è palatale come in "pugno"

la vocale tonica è sottolineata da un trattino. La dieresi sulle vocali ne indica la palatalizzazione.

La y rappresenta la semivocale.

L'accento su e indica l'apertura (è) o la chiusura (é)