Enti in rete L.482/99   

Toponomastica 17 Comuni Valli di Lanzo

Groscavallo

Grouscaval

Groscavallo
italiano

L'origine del nome è incerta: secondo alcuni studiosi deriverebbe dai vocaboli celtici, "graus" e "wald" cioé verde valle, data l'origine celtico - ligure dei primi abitatori. Altri studiosi ritengono derivi dal latino "grossa vallis", ossia Valle Grande.

È nominato tra le località cedute dal Monastero di San Mauro Pulcherada al Conte di Savoia. Iniziò a svilupparsi l'attività mineraria con l'estrazione di rame, ferro e argento. Queste attività estrattive sono proseguite fino alla metà del Novecento, portando sviluppo anche economico a tutta la vallata. Tanto che Forno è così denominato per la presenza di numerosi forni per la fusione dei minerali dai quali si estraevano i metalli. Numerosi sono poi i documenti che attestano come qui si producessero le palle di cannone per i Savoia.

Dal 1927 il territorio del Comune di Groscavallo è costituito dall'unione di tre comuni: Forno, Groscavallo e Bonzo.

franco-provenzale

(grafia BREL)

Lou noum eud Grouscaval i-ist propi gnint tchèrt, ma ès pénset qu'è-dèrivet prinsipalmeunt tchéltiques perqué è-dourit dérivà da graus é wald, 'na grosa valada veurda. D'aoutri stoudious ou pénsount qu'è-dérivet daou latin "grossa vallis", tchoé val granda.

Lou coumun i-ist nouminà tra li post dounà daou Mounasté ad San Maura Pulcherada aou count ad Savoia. A l'ant ancaminà a zvilupà divérses atività minérarie: l'éstrasioun ad l'ardjènt, lou fèr, ram é or. Sittes minère sount alà avanti fin a la métà dou Neuouseunt, pourtant zvilup a touta la valadda. Infatti Foueurn ou-s tchamet parèi perqué è-y-è lou foueurn qu'è foundèt lou fèr. I-è ad co doucumeunt cou foundènt eul bale ad canoun pér li Savoia.

 Groscaval daou 1927  i-ist in ounioùn ad tré coumun: Foueurn, Groscaval é Bouns