Enti in rete L.482/99   

Testimonianze e interviste

Le radici del sapore: l’identità alimentare nelle valli di Lanzo

Le radici del sapore: l’identità alimentare nelle valli di Lanzo

Le radici del sapore: l’identità alimentare nelle valli di Lanzo

Un libro di Gianni Castagneri che invita a riflettere sul passato per una nuova consapevolezza
di Ines Cavalcanti
italiano Diamo il benvenuto a questo nuovo libro di Gianni Castagneri, abitante di Balme, piccolo comune montano delle Valli di Lanzo, appassionato di montagna, di fotografia, di storia locale e di lingua francoprovenzale. L’attenzione che la moderna società riserva al cibo e al suo consu...
franco-provenzale Dounèn lou binvunù a ‘sto neu libër ëd Gianni Castagneri, cou istet a Balmë, quitì Coumun ëd mountanhi ënt ël Valadë ëd Leun, &eacu...
Riutilizzare pali vecchi (nella vigna) farà cantare le cicale

Riutilizzare pali vecchi (nella vigna) farà cantare le cicale

Planté li paal vielh fèt pii tsanté le sialeus…

di Marco Rey
italiano Autunno: è tempo di tagliare i castagni selvatici della giusta misura e spaccarli in quattro per preparare i nuovi pali da sostituire nei filari in vigna. Attenzione però: Non bisogna riutilizzare quelli vecchi! Un antico adagio riporta che i pali vecchi fanno cantare le cicale. Perc...
franco-provenzale L’outouin : Et lou tèin de talhé le bareus de tsatinhie, de mezu ṙ a, èiclapeleus an catro per fa ṙe li pal nuva per renouvle li filalh dle vis… Vezi ameun&...
Il lavoro della miniera raccontato nei nuovi Cahiers dell'Ecomuseo Colombano Romean

Il lavoro della miniera raccontato nei nuovi Cahiers dell'Ecomuseo Colombano Romean

Lo trabalh de la miniera contat dins lhi novèls Cahiers de l’Ecomusèu Colombano Romean

Due volumi dedicati alla storia mineraria e mineralogica dell'Alta Valle di Susa
italiano Sabato 25 febbraio, presso la sede di Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand e dell'Ecomuseo Colombano Romean, in via Fransuà Fontan 1, sono stati presentati gli ultimi due Cahiers della collana dell'Ecomuseo, pubblicati in collaborazione con il Consorzio Forestale Alta Valle Susa e c...
occitan Sande 25 de febrier, al sèti al Parc natural dal Grand Bòsc de Salbertrand e de l’Ecomusèu Colombano Romean en via Fransuà Fontan 1, son estats presentats lhi darri...
Connessione tra Università e territorio: quattro domande a Matteo Rivoira ricercatore universitario e occitano della Val Pellice

Connessione tra Università e territorio: quattro domande a Matteo Rivoira ricercatore universitario e occitano della Val Pellice

Coneshon antre Università e teritouéro: catro question a Matteo rivoira, resertsour de l'Università e ousitòn de la Val Pélis

di Matteo Ghiotto
italiano L'Uncem Piemonte ha recentemente firmato un accordo con l'Università del Piemonte Orientale in merito a collaborazioni future. Che cosa ne pensi? Premesso che non conosco i dettagli dell'accordo, mi pare che un'intesa tra università e territorio, montano in particolare, sia una buona...
franco-provenzale L'Uncem Piemon ou l'èt darêremeunn sinhò in acor avó l'Università do Piemon Orientalo an relashon a de colaborashon protséne. Quèi que t'an sondze? Pr...
Natale e divagazioni sull'inverno nella tradizione occitana dell'Alta Valle di Susa

Natale e divagazioni sull'inverno nella tradizione occitana dell'Alta Valle di Susa

Chalendas e divagacions sus l’uvèrn dins la tradicion occitana de l’auta Val Dueira

di Renato Sibille
italiano In Alta Valle di Susa, in un tempo non lontano, per economizzare la legna per il riscaldamento, si passavano i mesi freddi nella stalla, sfruttando così il calore prodotto dagli animali. Prima di preparare i pagliericci per i letti, occorreva preparare un impaglio da mettere lungo i muri, u...
occitan En auta Val Dueira, dins un temp ren luenh, per economizar lo bòsc per lo rechaudament se passavon lhi mes frèids dins l’estable, en esfruchant la chalor des bèstias. Deran...
Francesco Pautasso e il francoprovenzale di Mocchie e di Laietto

Francesco Pautasso e il francoprovenzale di Mocchie e di Laietto

Francesco Pautasso e lo francoprovansal de Motse e do Lieut

di Matteo Ghiotto
italiano Ricordo ancora quando Enzo Vayr, entrando al Ce.S.Do.Me.O. di Giaglione nell’ottobre del 2013, mi annunciò la prima edizione di un dizionario dell’area di Pratobotrile e di Laietto, nel comune di Condove. L’interesse fu tale che non esitammo nemmeno un istante a metterci i...
franco-provenzale De m’ansevêno de cònque Enzo Vayr, an intreunn o Ce.S.Do.Me.O. de Dzalhon din l’otóbro do 2013, ou m’anon-hiéve la premiére edishon d’in dis...
Chantar l’Uvèrn, le feste patronali ed i carnevali alpiniIn Valle di Susa il bran, gli spadonari, il ballo dell’orso….

Chantar l’Uvèrn, le feste patronali ed i carnevali alpiniIn Valle di Susa il bran, gli spadonari, il ballo dell’orso….

Chantar l’Uvèrn, le feteus patrounal è li carlevé alpin Per le coumbeus de Souiza, lou bran, li spadounèiře, lou bal de l’ors.

di Marco Rey, Video a fondo pagina di Alberto Millesi
italiano Proseguendo assolutamente in linea con il progetto presentato dalla carovana Balacaval, Chambradoc ha proposto per l’inverno 2013/14 uno Sportello linguistico itinerante con animazioni territoriali e formazione linguistica, che porta nei vari comuni in rete usando come mezzo di comunicaz...
franco-provenzale Deloun an diresioun de lou proudzet presentà da la carovana de Balacaval s’tsutèin, Chambradoc lhe propoun per l’uvert 2013/14 in’aspourtél de lèinga...
Racconti d’Inverno: C’era una volta…

Racconti d’Inverno: C’era una volta…

Couèinte d’Uvert: Si an pasà, iavèt in cool…

di Marco Rey
italiano Nel grande progetto Chantar l’Uvern 2013 avrò a disposizione alcune date per presentare al pubblico una parte importante della tradizione orale francoprovenzale comune a tutto l’arco alpino e ormai desueta. Il racconto delle storie. Storie, leggende, fatti reali come ho avuto...
franco-provenzale Dedin lou gran proudzèt de Chantar l’Uvern 2013 ièi a dispousisioun de dateus per presenté aou public ina part bien ampourtanta de la tradisioun francoprovensal quem...
Per un’antologia degli scritti occitani dell’Alta Valle Susa - Intervista a Renato Sibille

Per un’antologia degli scritti occitani dell’Alta Valle Susa - Intervista a Renato Sibille

Per un’antologia de l’escich occitan de l’Auta Val Susa - entrevista a Renato Sibille

di Agnes Dijaux
italiano Per la Giornata delle Lingue Madri, lo scorso 5 ottobre a Oulx, in occasione della Fiera Franca, sono state presentate la pubblicazione degli Atti del "Convegno Lingue Madri e Sacre Rappresentazioni in Valle di Susa, Brianzonese e Maurienne" e l'Anteprima dell'Antologia degli scritti occitani dell...
occitan Per la Giornada des Lengas Maires, lo 5 d'otobre passat a Ols, en ocasion de la Fiera Franca, son estaas presentaas las publicacions de lhi Acts dal “Congrès Lengas Maires e Sacras Rep...
Vivre francoprovensal

Vivre francoprovensal

Vivre francoprovensal

di Marco Rey
italianoLa mia condizione di vita è migliorata rispetto a quella dei miei antenati. E migliorata sotto l'aspetto qualitativo, economico ma, è sicuramente peggiorata sotto l'aspetto della serietà, solidarietà, onestà ed universo di valori.Quando parlo di vivre francoprovens...
franco-provenzale La coundisioun de ma vita lhet bèin pi bouna que aou tèin de mi vielh. Dezot l'aspét economic, de calitaa de vita ma lhet seguřameun pedzo per la serietaa, la counviveunse, l'oune...
Dal Paese delle aquile. La comunità albanese di Sestriere

Dal Paese delle aquile. La comunità albanese di Sestriere

Dal país des aiglas. La comunitat albanesa de Sestrieras

di Maurizio Dematteis
italianoIl Comune di Sestriere sorge a 2035 metri sul colle omonimo, a cavallo tra la Val Chisone e la Val di Susa, a pochi chilometri dalla Francia, ed ha 886 abitanti distribuiti su una superficie i circa 25 chilometri quadrati. Le sue origini sono molto recenti: sorto ufficialmente per regio decreto il 1...
occitan La Comuna de Sestrieras se tròba a 2035 mètres al som dal còl omònim, butat a caval entre la Val Cluson e la Val d'Ols, a gaires quilomètres de la França, e c...
Silvana Morello: il costume di Gravere

Silvana Morello: il costume di Gravere

Silvana Morello: lou coustum de Graviére

Testo a cura di Francesca Bussolotti
italianoIl costume di Gravere L'abito delle donne è quasi sempre nero, ma un tempo ve n'erano di colore scuro: blu, marrone, viola,verde. E' in lana, seta, o cotone. La cuffia è bianca, in pizzo. Ai lati vi sono dodici piccole pieghe e una centrale, in mezzo, sulla fronte, doppia, che forma un...
franco-provenzale La roba de le fumèle i quazi sempre neira, ma in col a n'ière, de couloù eicur, bloi, maron, viola, vert; ou-t an lana, seiia o coutoun. La cufia i blencha an pisèt, da pa...
Vieleut è Muleut

Vieleut è Muleut

Vieleut è Muleut

di Marco Rey - www.barbamarc.it
italianoLa casa della famiglia Barbamarc alla Vilò di Giaglione ha un cortile interno e tutta la parete sotto la tettoia è coperta da finimenti per cavalli di ogni tipo.A fianco di ogni qualità di finimento troviamo collane, basti, morsi e staffe e sul ripiano fanno da ringhiera quattro...
franco-provenzale La mèizoun di Barbamarc a la Vilò lhot ina granta coort e dezot lou benal tot la louèindzou dla muřalha lhet catsa da finimeun d’onhi sort.Iot onhi calitaa de finimeun, baa...
Mario Manzon e il pane di Sauze di Cesana

Mario Manzon e il pane di Sauze di Cesana

Mario Manzoun e lou pon da Sauze ‘d Sezana

Testo a cura di Renato Sibille
italianoIo sono Mario Manzon di Sauze di Cesana, 5.11.1926. Ogni tanto facevamo il pane di segale. Pane di segale che facevamo con la segale, la farina di segale. E sto pane, bisognava avere il lievito che impastavamo come fosse adesso, però si impastava adesso poi, dopo ventiquattr’ore, si imp...
occitan (grafia de l'Escolo dóu Po) Mi a sioù Mario Manzoun da Sauze ‘d Sezana 5.11.1926. De tens nou faziou ‘l pon de blà. Pon de blà que fazian bou ‘l bl&agra...
Mario Manzon: quando Sauze è bruciato

Mario Manzon: quando Sauze è bruciato

Mauro Manzon: cant Sauze ou l’a brulà

Testo a cura di Renato Sibille
italianoQuando Sauze è bruciato e… io, era di mattina e andavo a tagliare il fieno. Ounf! Era il mese, dunque, il mese di luglio, ecco. Era l’11 di luglio mi sembra, se non mi sbaglio, se non mi sbaglio il giorno. Ero andato a falciare l’erba, ero andato a falciare l’erba e t...
occitan ( grafia de l'Escolo dóu Po) Cant Sauze ou l’a brulà e… mi l’era ‘d matìn e anavou sià, ounf! L’era el méi dounc el méi &lsq...
Mario Manzon: a Marsiglia c’erano circa trenta famiglie di Sauze

Mario Manzon: a Marsiglia c’erano circa trenta famiglie di Sauze

Mario Manzon: a Marselha iera circa trenta familha del Saouze

Testo a cura di Renato Sibille
italianoPoi siamo arrivati dalla Francia. Mio padre è morto là e la vita di Gesù Cristo… Dieci anni aveva un bambino che mia mamma ha perso e una piccola, fanno tre, e un fratello che ha preso la poliomielite a quattro anni, l’ha rovinato, non ha più camminato. E all...
occitan Peui san ribà da la Fransa. Moun pappa l’e mort ilài e la vitta ‘d Gezù Cristou… Dez ans n’eifan ma mamma a l’a perdù e una pecitta fai tr&ea...
Gialione, spade e fiori

Gialione, spade e fiori

Dzalhoun: shabro è flòrs

di Marco Rey
italianoGialione: il belvedere della valle di Susa.
Da qui lo sguardo spazia ad est sulla valle fino a Torino, Superga e la Sacra di San Michele, a nord sulla Val Cenischia e sul colle del Moncenisio, ad ovest l'alta valle, lo Chaberton ed il colle del Monginevro.
Dista pochi Km. da Susa ed è facilme...
franco-provenzale Dzalhoun: belvedere dla Val Souiza.
D'isé t'avèiteus a est tsu la val fin a Touirin, Superga e la Sacra a nord tsu la Senicla è lou Munsenii, a ovest L'aouta douèira, lou C...
Da Salbertrand: Rina e Massimo

Da Salbertrand: Rina e Massimo

Da Salbertrand: Rina e Massimo

"Avem fach un sumi" inchiesta sul rinsediamento in montagna a cura di Maurizio Dematteis
italianoSalbertrand: comune dell'Alta Valle Susa situato sulla riva sinistra della Dora Riparia, a 1032 metri sul livello del mare. Vanta circa 550 abitanti, distribuiti su una superficie di 40,88 chilometri quadrati, suddiviso in 9 nuclei: San Romano, Rival, Plans, Deveys, Fenil, Eclause, Moncellier, Oulme...
occitan Salbeltrand: Comuna de la Val d'Ols pausat sus la riba manchina de la Doira, a 1032 mètres d'autessa. Demoron aquí 550 personas, dins un territòri de 40,88 quilomètres quad...
Pier Delfino Maritano parla del lavoro in montagna dopo la FIAt

Pier Delfino Maritano parla del lavoro in montagna dopo la FIAt

Pier Delfino Maritano ou parle dou travai an mountanhi apreù la FIAT

Video e testi a cura di: Paola Vai
italiano(I miei) da tante generazioni... io parlo al modo di Valgioie allora, sono di Valgioie. E io niente, praticamente ho continuato il lavoro che facevano già i miei vecchi, cioè il mestiere del boscaiolo. Anche perché qui la campagna non si prestava molto ai lavori, insomma non era...
franco-provenzale (I meui) da tënte generasioun... mi parlou ala moda dou Gin aloura, soun si dou Gin. E mi niénte, i l’éi countinouà praticamént lou travai qu’a fazit g&eum...
spacerspacer
Le radici del sapore: l’identità alimentare nelle valli di Lanzo

Le radici del sapore: l’identità alimentare nelle valli di Lanzo

Le radici del sapore: l’identità alimentare nelle valli di Lanzo

Un libro di Gianni Castagneri che invita a riflettere sul passato per una nuova consapevolezza
di Ines Cavalcanti
italiano Diamo il benvenuto a questo nuovo libro di Gianni Castagneri, abitante di Balme, piccolo comune montano delle Valli di Lanzo, appassionato di montagna, di fotografia, di storia locale e di lingua francoprovenzale. L’attenzione che la moderna società riserva al cibo e al suo consu...
franco-provenzale Dounèn lou binvunù a ‘sto neu libër ëd Gianni Castagneri, cou istet a Balmë, quitì Coumun ëd mountanhi ënt ël Valadë ëd Leun, &eacu...
Riutilizzare pali vecchi (nella vigna) farà cantare le cicale

Riutilizzare pali vecchi (nella vigna) farà cantare le cicale

Planté li paal vielh fèt pii tsanté le sialeus…

di Marco Rey
italiano Autunno: è tempo di tagliare i castagni selvatici della giusta misura e spaccarli in quattro per preparare i nuovi pali da sostituire nei filari in vigna. Attenzione però: Non bisogna riutilizzare quelli vecchi! Un antico adagio riporta che i pali vecchi fanno cantare le cicale. Perc...
franco-provenzale L’outouin : Et lou tèin de talhé le bareus de tsatinhie, de mezu ṙ a, èiclapeleus an catro per fa ṙe li pal nuva per renouvle li filalh dle vis… Vezi ameun&...
Il lavoro della miniera raccontato nei nuovi Cahiers dell'Ecomuseo Colombano Romean

Il lavoro della miniera raccontato nei nuovi Cahiers dell'Ecomuseo Colombano Romean

Lo trabalh de la miniera contat dins lhi novèls Cahiers de l’Ecomusèu Colombano Romean

Due volumi dedicati alla storia mineraria e mineralogica dell'Alta Valle di Susa
italiano Sabato 25 febbraio, presso la sede di Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand e dell'Ecomuseo Colombano Romean, in via Fransuà Fontan 1, sono stati presentati gli ultimi due Cahiers della collana dell'Ecomuseo, pubblicati in collaborazione con il Consorzio Forestale Alta Valle Susa e c...
occitan Sande 25 de febrier, al sèti al Parc natural dal Grand Bòsc de Salbertrand e de l’Ecomusèu Colombano Romean en via Fransuà Fontan 1, son estats presentats lhi darri...
Connessione tra Università e territorio: quattro domande a Matteo Rivoira ricercatore universitario e occitano della Val Pellice

Connessione tra Università e territorio: quattro domande a Matteo Rivoira ricercatore universitario e occitano della Val Pellice

Coneshon antre Università e teritouéro: catro question a Matteo rivoira, resertsour de l'Università e ousitòn de la Val Pélis

di Matteo Ghiotto
italiano L'Uncem Piemonte ha recentemente firmato un accordo con l'Università del Piemonte Orientale in merito a collaborazioni future. Che cosa ne pensi? Premesso che non conosco i dettagli dell'accordo, mi pare che un'intesa tra università e territorio, montano in particolare, sia una buona...
franco-provenzale L'Uncem Piemon ou l'èt darêremeunn sinhò in acor avó l'Università do Piemon Orientalo an relashon a de colaborashon protséne. Quèi que t'an sondze? Pr...
Natale e divagazioni sull'inverno nella tradizione occitana dell'Alta Valle di Susa

Natale e divagazioni sull'inverno nella tradizione occitana dell'Alta Valle di Susa

Chalendas e divagacions sus l’uvèrn dins la tradicion occitana de l’auta Val Dueira

di Renato Sibille
italiano In Alta Valle di Susa, in un tempo non lontano, per economizzare la legna per il riscaldamento, si passavano i mesi freddi nella stalla, sfruttando così il calore prodotto dagli animali. Prima di preparare i pagliericci per i letti, occorreva preparare un impaglio da mettere lungo i muri, u...
occitan En auta Val Dueira, dins un temp ren luenh, per economizar lo bòsc per lo rechaudament se passavon lhi mes frèids dins l’estable, en esfruchant la chalor des bèstias. Deran...
Francesco Pautasso e il francoprovenzale di Mocchie e di Laietto

Francesco Pautasso e il francoprovenzale di Mocchie e di Laietto

Francesco Pautasso e lo francoprovansal de Motse e do Lieut

di Matteo Ghiotto
italiano Ricordo ancora quando Enzo Vayr, entrando al Ce.S.Do.Me.O. di Giaglione nell’ottobre del 2013, mi annunciò la prima edizione di un dizionario dell’area di Pratobotrile e di Laietto, nel comune di Condove. L’interesse fu tale che non esitammo nemmeno un istante a metterci i...
franco-provenzale De m’ansevêno de cònque Enzo Vayr, an intreunn o Ce.S.Do.Me.O. de Dzalhon din l’otóbro do 2013, ou m’anon-hiéve la premiére edishon d’in dis...
Chantar l’Uvèrn, le feste patronali ed i carnevali alpiniIn Valle di Susa il bran, gli spadonari, il ballo dell’orso….

Chantar l’Uvèrn, le feste patronali ed i carnevali alpiniIn Valle di Susa il bran, gli spadonari, il ballo dell’orso….

Chantar l’Uvèrn, le feteus patrounal è li carlevé alpin Per le coumbeus de Souiza, lou bran, li spadounèiře, lou bal de l’ors.

di Marco Rey, Video a fondo pagina di Alberto Millesi
italiano Proseguendo assolutamente in linea con il progetto presentato dalla carovana Balacaval, Chambradoc ha proposto per l’inverno 2013/14 uno Sportello linguistico itinerante con animazioni territoriali e formazione linguistica, che porta nei vari comuni in rete usando come mezzo di comunicaz...
franco-provenzale Deloun an diresioun de lou proudzet presentà da la carovana de Balacaval s’tsutèin, Chambradoc lhe propoun per l’uvert 2013/14 in’aspourtél de lèinga...
Racconti d’Inverno: C’era una volta…

Racconti d’Inverno: C’era una volta…

Couèinte d’Uvert: Si an pasà, iavèt in cool…

di Marco Rey
italiano Nel grande progetto Chantar l’Uvern 2013 avrò a disposizione alcune date per presentare al pubblico una parte importante della tradizione orale francoprovenzale comune a tutto l’arco alpino e ormai desueta. Il racconto delle storie. Storie, leggende, fatti reali come ho avuto...
franco-provenzale Dedin lou gran proudzèt de Chantar l’Uvern 2013 ièi a dispousisioun de dateus per presenté aou public ina part bien ampourtanta de la tradisioun francoprovensal quem...
Per un’antologia degli scritti occitani dell’Alta Valle Susa - Intervista a Renato Sibille

Per un’antologia degli scritti occitani dell’Alta Valle Susa - Intervista a Renato Sibille

Per un’antologia de l’escich occitan de l’Auta Val Susa - entrevista a Renato Sibille

di Agnes Dijaux
italiano Per la Giornata delle Lingue Madri, lo scorso 5 ottobre a Oulx, in occasione della Fiera Franca, sono state presentate la pubblicazione degli Atti del "Convegno Lingue Madri e Sacre Rappresentazioni in Valle di Susa, Brianzonese e Maurienne" e l'Anteprima dell'Antologia degli scritti occitani dell...
occitan Per la Giornada des Lengas Maires, lo 5 d'otobre passat a Ols, en ocasion de la Fiera Franca, son estaas presentaas las publicacions de lhi Acts dal “Congrès Lengas Maires e Sacras Rep...
Vivre francoprovensal

Vivre francoprovensal

Vivre francoprovensal

di Marco Rey
italianoLa mia condizione di vita è migliorata rispetto a quella dei miei antenati. E migliorata sotto l'aspetto qualitativo, economico ma, è sicuramente peggiorata sotto l'aspetto della serietà, solidarietà, onestà ed universo di valori.Quando parlo di vivre francoprovens...
franco-provenzale La coundisioun de ma vita lhet bèin pi bouna que aou tèin de mi vielh. Dezot l'aspét economic, de calitaa de vita ma lhet seguřameun pedzo per la serietaa, la counviveunse, l'oune...
Dal Paese delle aquile. La comunità albanese di Sestriere

Dal Paese delle aquile. La comunità albanese di Sestriere

Dal país des aiglas. La comunitat albanesa de Sestrieras

di Maurizio Dematteis
italianoIl Comune di Sestriere sorge a 2035 metri sul colle omonimo, a cavallo tra la Val Chisone e la Val di Susa, a pochi chilometri dalla Francia, ed ha 886 abitanti distribuiti su una superficie i circa 25 chilometri quadrati. Le sue origini sono molto recenti: sorto ufficialmente per regio decreto il 1...
occitan La Comuna de Sestrieras se tròba a 2035 mètres al som dal còl omònim, butat a caval entre la Val Cluson e la Val d'Ols, a gaires quilomètres de la França, e c...
Silvana Morello: il costume di Gravere

Silvana Morello: il costume di Gravere

Silvana Morello: lou coustum de Graviére

Testo a cura di Francesca Bussolotti
italianoIl costume di Gravere L'abito delle donne è quasi sempre nero, ma un tempo ve n'erano di colore scuro: blu, marrone, viola,verde. E' in lana, seta, o cotone. La cuffia è bianca, in pizzo. Ai lati vi sono dodici piccole pieghe e una centrale, in mezzo, sulla fronte, doppia, che forma un...
franco-provenzale La roba de le fumèle i quazi sempre neira, ma in col a n'ière, de couloù eicur, bloi, maron, viola, vert; ou-t an lana, seiia o coutoun. La cufia i blencha an pisèt, da pa...
Vieleut è Muleut

Vieleut è Muleut

Vieleut è Muleut

di Marco Rey - www.barbamarc.it
italianoLa casa della famiglia Barbamarc alla Vilò di Giaglione ha un cortile interno e tutta la parete sotto la tettoia è coperta da finimenti per cavalli di ogni tipo.A fianco di ogni qualità di finimento troviamo collane, basti, morsi e staffe e sul ripiano fanno da ringhiera quattro...
franco-provenzale La mèizoun di Barbamarc a la Vilò lhot ina granta coort e dezot lou benal tot la louèindzou dla muřalha lhet catsa da finimeun d’onhi sort.Iot onhi calitaa de finimeun, baa...
Mario Manzon e il pane di Sauze di Cesana

Mario Manzon e il pane di Sauze di Cesana

Mario Manzoun e lou pon da Sauze ‘d Sezana

Testo a cura di Renato Sibille
italianoIo sono Mario Manzon di Sauze di Cesana, 5.11.1926. Ogni tanto facevamo il pane di segale. Pane di segale che facevamo con la segale, la farina di segale. E sto pane, bisognava avere il lievito che impastavamo come fosse adesso, però si impastava adesso poi, dopo ventiquattr’ore, si imp...
occitan (grafia de l'Escolo dóu Po) Mi a sioù Mario Manzoun da Sauze ‘d Sezana 5.11.1926. De tens nou faziou ‘l pon de blà. Pon de blà que fazian bou ‘l bl&agra...
Mario Manzon: quando Sauze è bruciato

Mario Manzon: quando Sauze è bruciato

Mauro Manzon: cant Sauze ou l’a brulà

Testo a cura di Renato Sibille
italianoQuando Sauze è bruciato e… io, era di mattina e andavo a tagliare il fieno. Ounf! Era il mese, dunque, il mese di luglio, ecco. Era l’11 di luglio mi sembra, se non mi sbaglio, se non mi sbaglio il giorno. Ero andato a falciare l’erba, ero andato a falciare l’erba e t...
occitan ( grafia de l'Escolo dóu Po) Cant Sauze ou l’a brulà e… mi l’era ‘d matìn e anavou sià, ounf! L’era el méi dounc el méi &lsq...
Mario Manzon: a Marsiglia c’erano circa trenta famiglie di Sauze

Mario Manzon: a Marsiglia c’erano circa trenta famiglie di Sauze

Mario Manzon: a Marselha iera circa trenta familha del Saouze

Testo a cura di Renato Sibille
italianoPoi siamo arrivati dalla Francia. Mio padre è morto là e la vita di Gesù Cristo… Dieci anni aveva un bambino che mia mamma ha perso e una piccola, fanno tre, e un fratello che ha preso la poliomielite a quattro anni, l’ha rovinato, non ha più camminato. E all...
occitan Peui san ribà da la Fransa. Moun pappa l’e mort ilài e la vitta ‘d Gezù Cristou… Dez ans n’eifan ma mamma a l’a perdù e una pecitta fai tr&ea...
Gialione, spade e fiori

Gialione, spade e fiori

Dzalhoun: shabro è flòrs

di Marco Rey
italianoGialione: il belvedere della valle di Susa.
Da qui lo sguardo spazia ad est sulla valle fino a Torino, Superga e la Sacra di San Michele, a nord sulla Val Cenischia e sul colle del Moncenisio, ad ovest l'alta valle, lo Chaberton ed il colle del Monginevro.
Dista pochi Km. da Susa ed è facilme...
franco-provenzale Dzalhoun: belvedere dla Val Souiza.
D'isé t'avèiteus a est tsu la val fin a Touirin, Superga e la Sacra a nord tsu la Senicla è lou Munsenii, a ovest L'aouta douèira, lou C...
Da Salbertrand: Rina e Massimo

Da Salbertrand: Rina e Massimo

Da Salbertrand: Rina e Massimo

"Avem fach un sumi" inchiesta sul rinsediamento in montagna a cura di Maurizio Dematteis
italianoSalbertrand: comune dell'Alta Valle Susa situato sulla riva sinistra della Dora Riparia, a 1032 metri sul livello del mare. Vanta circa 550 abitanti, distribuiti su una superficie di 40,88 chilometri quadrati, suddiviso in 9 nuclei: San Romano, Rival, Plans, Deveys, Fenil, Eclause, Moncellier, Oulme...
occitan Salbeltrand: Comuna de la Val d'Ols pausat sus la riba manchina de la Doira, a 1032 mètres d'autessa. Demoron aquí 550 personas, dins un territòri de 40,88 quilomètres quad...
Pier Delfino Maritano parla del lavoro in montagna dopo la FIAt

Pier Delfino Maritano parla del lavoro in montagna dopo la FIAt

Pier Delfino Maritano ou parle dou travai an mountanhi apreù la FIAT

Video e testi a cura di: Paola Vai
italiano(I miei) da tante generazioni... io parlo al modo di Valgioie allora, sono di Valgioie. E io niente, praticamente ho continuato il lavoro che facevano già i miei vecchi, cioè il mestiere del boscaiolo. Anche perché qui la campagna non si prestava molto ai lavori, insomma non era...
franco-provenzale (I meui) da tënte generasioun... mi parlou ala moda dou Gin aloura, soun si dou Gin. E mi niénte, i l’éi countinouà praticamént lou travai qu’a fazit g&eum...
spacerspacer