Enti in rete L.482/99   

Recupero della memoria

Alà an pesqué é mariase.

Alà an pesqué e sposarsi.

Fondo Sonoro Marica Barbaro

Intervista traccia 06 A, (00.00/03.23)

Informatore: Maina

Luogo: Castagnole?

Alà an pesqué é mariase.
franco-provenzale

Pruma veus: Ehhh coume lou tchamaviàn... mourous? Gnanca...

Scounda veus: Sa gnanca mè coume coume lou tchamièn ...

Pruma veus: cant ou alavount a trouali ès dizèt cou s' faziet "pesqué"...

Scounda veus: ehhh, pesqué ... faziàn pesqué

Pruma veus: ourà ou diount l'èn trouà eun filarìn...antlera ès dizet "alèn pér pesqué"...

Scounda veus: ehh djeu...

Pruma veus: é poi né cou dounavount la strèina? Cou dounavount?

Scounda veus: sé, mè m'ount dounà ...

Pruma veus: coume ou s' tchamavet strèina?

Scounda veus: mè m'ount dounà 'sta moustra iquì qué-y-è dounà a Maria Carmen ...

Pruma veus: la moustra, la spila ou dounavount ill'ourtchìn ...

Scounda veus: pè ou m'a dounà ill'ourtchìn, m'a dounà l'anèl ...

Pruma veus: antlera dounvount ... qui più avèt eud tsold, più è dounavet eud roba ...

Pruma veus: sitta qué-y-è dounà a Maria Carmen, poi la spila l'èn tchità ansémbiou a la moustra...

Pruma veus: ma mè voulò savé sé seunquì ès tchamavet la strèina, seunquì cou dounavount, no?

Scounda veus: ah sé, la strèina ...

Pruma veus: ourà diount "l'anèl eud fidansameunt", ma antlera ...

Scounda veus: ahh sé ourà ou diount l'anèl eud fidanzameunt ...

Pruma veus: aleura alave gneun a pourtà li boumboun sé t'avé gneun l'anèl no?

Scounda veus: sé, ou alavount l'istès...

Pruma veus: ou alavount l'istès pérò n'anèlìn pér tuìti o 'na moustra o quercoza ...

Scounda veus: ... tuìti o 'na tchèinà d'or o quercoza ...tuìti ... tuìti ...

Pruma veus: pérò qui avét più eud tsold ou regalavet più eud roba qui n'avét eud mènou è né régalavet eud mènou, no?

Scounda veus: pénsa 'sta moustra éisì qué dj'è dounà a Maria Carmen coun la tchèinà d'ardjènt, métà d'or é poi m'è tchità eud co l'anèl iquì qué-y-è dounà a Maria Carmen ...

Pruma veus: t'avé tchità eud co la spila?

Scounda veus: no, la spila no l'avé tchità poi da spouza ...

Pruma veus: a no ecco...

Marica: e come si usava per il matrimonio... tutta la faccenda?

Scounda veus: coume qui ès

Pruma veus: lou mourous iquì ... lou promésso spozo ou tchamavet la man a papà é mama coume ès fait ancoù ourà, no?

Scounda veus: sì, sì ...

Pruma veus: è-y-èret gnint 'na régoula fisa è-vèntavet parlase.

Scounda veus: poi ou sount vunù a douname la counténta papà é mama a mè qu'èrou djouvou déznò ...

Pruma veus: ah sé, sé no riusive gnint ... ah s'ès tchamavet la countènta Ahh la firma cou-y-ont butà vitchìn ...

Scounda veus: ehh djeu ...

Pruma veus: 't-y-ère euncoù gnint madjouréne ...

Scounda veus: aleura è-y-eu vunù dju papà é mama dju a Djérmagnàn, ou l'ant firmà l'at iquì ...

Pruma veus: pè pér lou rèst ou s' fazèt coume ourà ... faziàn nose ...antlera finie al nose ès tournave a ca ...

Scounda veus: sé, sé a la Rèsia ... sièn djeu tanti antlera ... sé pa ... touta la soua ... pìina ...

Pruma veus: s'alave gnan ant li ristourant coume qu'ès fait ourà ..

Scounda veus: no, no, a ca ...

Pruma veus: eundoua t'è marià a Djérmagnan?

Scounda veus: a Djérmagnan ... seui marià a Djérmagnan é poi ai fait nose éisì a la Rèsia ...

Pruma veus: è-y-avè eun cuisiné carcoza?

Scounda veus: sé è n'avét eud cuiziné Mario d'èrbagat é poi qui d'euncoù d'aouti ... oh m'arcourdou pìint ...

Pruma veus: ahh oura ès và eun ristourant ...

Scounda veus: énvétche antloura as fazèt tout a ca ...

Pruma veus: arcordou ancoura al nose d'or eud nona é nonou cou l'avont euncoù fait dinà su edzeuri eunt la stansia granda ... coun la famìi eud lou Gustìn ...

Scounda veus: i-èrou vistua a to eun tayeur, ma sout tout plissà, né? Ma ès coustumavet parèi ... tout plisà coun 'na bèla djaca ... i-èrou alaya tchitalou a Turìn ... ou-y-èret propi bèl né?

Pruma veus: é dju coume sève alà?

Scounda veus: dju sèn alà eun  couriéra.

italiano

Prima voce: come lo chiamavamo... moroso? Neanche...

Seconda voce: non so neanche io come lo chiamiamo...

Prima voce: quando si andava a trovarli si diceva che si faceva "pesqué"...

Seconda voce: ehhh, pesqué ... facevamo pesqué

Prima voce: ora dicono abbiamo trovato il filarino...allora si diceva "alèn pér pesqué"...

Seconda voce: ehh già...

Prima voce: e poi vero che regalavano la strèina? Che la donavano?

Seconda voce: sì, a me hanno regalato...

Prima voce: come si chiamava la "strèina"?

Seconda voce: a me hanno regalato questo orologio, quelo che ho regalato a Maria Carmen ...

Prima voce: l'orologio, la spilla regalavano gli orecchini...

Seconda voce: poi mi hanno regalato gli orecchini, mi ha regalato l'anello...

Prima voce: allora regalavano... che più aveva denaro, più regalava cose...

Prima voce: questo che ho regalato a Maria Carmen, poi la spilla insieme agli orecchini...

Prima voce: ma io volevo sapere se questo si chiamava la "strèina", questi regali, no? Seconda voce: ah sì, la "strèina" ...

Prima voce: ora dicono "l'anello di fidanzamento", ma allora...

Seconda voce: ah sì, ora dicono l'anello di fidanzamento...

Prima voce: allora non si andava a portare i confetti se non si aveva l'anello, vero?

Seconda voce: sì, andavano lo stesso...

Prima voce: andavano lo stesso, ma un anellino per tutti o un orologio o qualcosa...

Seconda voce: tutti o una catenina d'oro o qualcosa...tutti...tutti...

Prima voce: chi aveva più soldi faceva più regali, chi ne aveva meno ne faceva meno, no?

Seconda voce: pensa che l'orologio che ho regalato a Maria Carmen, con la catena d'argento, metà d'oro e poi mi ha comprato anche quell'anello che ho regalato a Maria Carmen ...

Prima voce: ti aveva comprato anche la spilla?

Seconda voce: no, la spilla no, l'ha poi comprata da sposata...

Prima voce: a no ecco...

Marica: e come si usava per il matrimonio... tutta la faccenda?

Seconda voce: come è ancora oggi

Prima voce: qui il fidanzato... il promesso sposo chiedeva la mano al papà e alla mamma come si fa ancora oggi, no?

Seconda voce: sì, sì ...

Prima voce: non c'era una regola fissa, bisognava parlarsi

Seconda voce: poi mamma e papà sono venuti a darmi la "counténta", perché ero troppo giovane se no...

Prima voce: ah sì se no non potevi... ahh si chiamava la "countènta" la firma che hanno messo vicino...

Seconda voce: ehh già...

Prima voce: non eri ancora maggiorenne...

Seconda voce: allora sono venuti giù papà e mamma a Germagnano e hanno firmato l'atto...

Prima voce: poi per il resto si faceva come oggi... si faceva la cerimonia... allora finita la cerimonia si tornava a casa...

Seconda voce: sì a la Rèsia ... allora eravamo già in tanti.. non so più ...tutta la sua... piena...

Prima voce: non si andava a ristorante come si fa oggi...

Seconda voce: no, no, a casa...

Prima voce: dove ti sei sposata? A Germagnano?

Seconda voce: a Germagnano... mi sono sposata a Germagnano e poi abbiam fatto le nozze qui a la Rèsia ...

Prima voce: c'era un cuoco, qualcosa?

Seconda voce: sì c'era un cuoco Mario d'èrbagat e poi anche degli altri...non mi ricordo più...

Prima voce: ahh ora si va a ristorante...

Seconda voce: allora invece si faceva tutto a casa...

Prima voce: mi ricordo ancora le nozze d'oro dei nonni avevano ancora fatto il pranzo su, sopra nella stanza grande...con la famiglia di Agostino...

Seconda voce: ero vestita con un tayer, ma sotto tutto pieghettato...si usava così tutto pieghettato con una bella giacca...ero andata a Torino a comprarlo...era proprio bello...

Prima voce: e giù come siete andati?

Seconda voce: siamo andati giù in corriera...