Enti in rete L.482/99   

Poesie da Olivetta

"Il pastore"

"E PASTŬU"

"Il pastore"
italiano

Il pastore sempre solo

sulle montagne,

per fare la tua strada

da pastore, tutti i giorni...

dietro le capre,

con il tuo cane

ed il tuo bastone.

E il sole, sulle vecchie pietre,

fatti dalla tua casa

come un castello,

e le nuvole basse che vengono di sera,

sulle tue spalle mettono...

il cappotto.

Tu conosci le pante

ed ogni stella,

tutto ciò a cui tu pensi

è solo il vento

che a a portare

nel cuore di quella

come tu vivi..

fuori dal tempo...

Passano le stagioni

passa la vita...

dall'autunno d'oro,

all'inverno tutto bianco.

Poi tutti i fiori

che vengono in primavera

e da Ferragosto

al venerdì Santo.

Il tempo va,

e non si ferma mai,

e quando un bel giorno...

tu sarai vecchio,

tu avrai vissuto abbastanza..

nella tua testa,

ma il "Buon Signore"

riconosce

tutti i suoi

sempre e solo sulle montagne

per fare la tua strada

da pastore.

occitan

E pasǔu d'lŏng hǔrĕt

hü ĕe muntăňe

p' făa e tĕu camǐn

d'pastǔu, tüti ï dii...

d'rĕ ĕe crăve,

cun e tĕu căn..

cun e tĕu bastun.

E hǔrĕia, hü ï vǐii baǔhi,

facǐ d'ăa tua că

cum n'căstĕe,

e nĕğe băhe k'vĕnu d' hĕira,

hü ĕe tǔe spăle mĕtu...

n'căpŏt,

tǐ cunǔisci ĕe cǐănte

ĕ ŏňi stĕřa,

tüt hŏc tǐ pĕnhi

ĕx băsta e vĕnt

kĕe vaia a purtăa

n'ǔ cör d'kĕla

cum tǐ vǐvi...

d' fŏra d'ĕ tĕnp...

Pahǔ ĕe stăğiǔn

paha a vǐta...

d' răǔtǔn d'ŏř..

a rǔnvĕrn tǔt ğǐănk,

pöi tüte ĕe iscǐǔre

k'vĕnu d' prǐma,

e d'ăa mĕğǐa-agǔst

aa e vĕnrǐ hănt.

ĕ tĕnp e vai

e mai n'ǔ e h' fĕrma,

e n' bĕe dǐa cand...

tǐ h'ră vĕia,

tǐ av'ră vǐvü basta..

n'ă tua tĕsta,

mă e "Bŏn hǐňǔu..

e r'cǔnǔisc

tüti ï hĕi,

d' lŏng hǔrĕt

hü ĕe muntăňe

p'făa e tĕu camǐn

d'pastǔu.

 

 

Anna Maya