Enti in rete L.482/99   

Paeasaggi di Pietra

Il Monastero Dominus Tecum di Prà d’ Mill

Lo Monastier Dominus Tecum de Prat d’ Mill

Il Monastero Dominus Tecum di Prà d’ Mill
italiano Il Monastero Dominus Tecum di Prà d’ Mill si trova in valle Infernotto, a un’altitudine di quasi 900 metri, a mezza costa su un pendio esposto a sud.
Il Monastero, che ha riportato la vita in questo vallone abbandonato nel dopoguerra, nasce dalla decisione dei monaci cistercensi di Sant’Onorato di Lerins, che hanno la loro casa madre su un’isola di fronte a Cannes, di dare vita a una filiazione e di stabilirsi a Prà d’ Mill, in parte recuperando edifici preesistenti – una cappella, una casaforte, alcune case – e in parte realizzando nuovi interventi.
Il progetto, che ha avuto inizio nel 1988, si è sviluppato secondo lo schema tipologico dell’Ordine Cistercense e della Regola di S. Benedetto, e vede la Chiesa al centro dell’intera composizione. Da essa muovono sia le scalinate coperte poste lungo il senso della pendenza, sia i porticati posizionati lungo le curve di livello.
Questa rete di percorsi mette in collegamento tre livelli principali che seguono l’andamento del versante e su cui si dispongono le diverse parti del complesso, costituito dai nuclei della clausura, della foresteria e della Chiesa.
Nel gioco tra preesistenze e nuovi interventi, sono stati poi ricavati spazi come il chiostro dei monaci su cui si affacciano su due livelli le celle.
Le tecniche e i materiali scelti dai progettisti sono quelli storici del luogo: pietra, legno, fasce di intonaco che circondano le aperture. Questa totale appartenenza ai dati del contesto è esaltata dalla capacità del progetto di caratterizzarsi dal punto di vista morfologico come una vera e propria architettura del/nel paesaggio.
Un luogo di silenzio e di meditazione dove la qualità dell’architettura gioca un ruolo decisivo.
occitan Lo Monastier Dominus Tecum de Prat d’ Mill se tròba en val Enfernòt, a esquasi 900 mètres, a mesa còsta sus la riba de l’adrech.
Lo Monastier qu’a rerportaa la vita ent’aqueste valon abandonat da la fin de la guèrra, nais da la decision di monges cistencens de Sant Onorat de Lerins, qu’an lor casa maire sus un’isla en faça a Canas, de donar andi a una filiacion e s’estabilir a Prat d’ Mill, en repilhant de vielhs edificis: una chapèla, una casafòrt, de maisons qu’eren já aquí e an bastit d’autras maisons dal nòu.
Lo projèct, prencipiat ental 1988, s’es desvolopat segond la típica tipologia de l’Ordre Cistercens e de la Règla de Sant Benesit, ente la gleisa se tròba al centre de tot. Da la gleisa parten las eschalas cubèrtas que calen sal drech e lhi pòrtis que traversen a livèl.
Aquesti percors colleguen tres livèls principals de la còsta ente se tròben las construccions dal Monastier: la clausura, la foresteria e la Gleisa.
Dins lo juec entre vielh e nòu son estats plaçats d’espacis coma lo claustre di monges ente donen las cèlas sistemaas sus dui livèls.
Las tècnicas e lhi materials cienuts dai projectistas son aquilhi dal pòst: peira, bòsc, la corona d’ebauchadura a l’entorn de lhi uis e fenèstras. Aquesta fedeltat al patrimòni local es encà mai valorizaa da la capacitat dal projèct de se caracterizar per la morfologia, coma una vera arquitectura de lo/dins lo païsatge.
Na luea de silenci e meditacion ente la qualitat de l’arquitectura es fondamentala.