Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2012

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas N.110 Març 2012

La Mesquia: "Flamand"

La Mesquia: Flamand

di Luca Pellegrino

La Mesquia: "Flamand"
italiano FLAMAND (testo di Remo Degiovanni)


Un giorno, era d'estate,
ho incontrato, con una rosa in mano,
l'amore che mi ha colpito
sollevandomi da terra per la felicità.

Un fiore molto delicato
che si difende graffiandoti,
il cuore invece può essere attaccato,
perché in amore non ha protezioni.

Pare sia successo ieri, ma è già passato molto tempo,
la mia mente sogna ancora
quella figura che nella vita
non può essere sostituita.

Noi due soli nel mondo,
come se attorno non esistesse altro,
dentro i tuoi occhi il mare,
con un battello che mi ha imbarcato.

In inverno cade la neve
che copre i prati e porta la quiete nel vallone,
il freddo non mi blocca, perché
l'amore mi riscalda ancora.

Pare sia successo ieri, ma è già passato molto tempo,
la mia mente sogna ancora
quella figura che nella vita
non può essere sostituita.

E' ritornata l'estate
e nei prati l'aria è colma di profumi,
il mio cuore giovane
è contento e vuol cantare.

Davanti e dentro casa mia
ho piantato tante piccole rose
che fanno ricordare il passato
e sperare per il futuro.

Pare sia successo ieri, ma è già passato molto tempo,
la mia mente sogna ancora
quella figura che nella vita
non può essere sostituita.

occitan FLAMAND (texte de Remo Degiovanni)


Un jorn, era d'istat,
ai rescontrat abo una ròsa en man
l'amor que m'a tochat
e da tèrra m'a liberat.

Una flor tant delicaa
que se defend qu'ora esgrafinha,
lo còr libre a l'atac
en sentiment es descoatat.

Esmelha ier mas lhi a un long temp
en la ment sumiu encara
la figura que en ma vita
pòl pas èsser barataa.

Nos dui en metz al mond
A l'aviron veo pas d'autre,
la mar dins lhi tius uelhs,
un batèl que m'a embarcat.

La neu tomba l'invèrn
coata lo clòt e pasea la comba,
lo freid me tocha pas
e l'amor m'eschauda encara.

Esmelha ier mas lhi a un long temp
en la ment sumiu encara
la figura que en ma vita
pòl pas èsser barataa.

L'istat es mai tornat
e per lhi prats l'aire parfuma
lo còr miu jovinet
es content e vòl chantar.

Devant, dins ma maison
ai plantat de ròsas pichonas
que fan tornar a la ment
e que esperen per deman.

Esmelha ier mas lhi a un long temp
en la ment sumiu encara
la figura que en ma vita
pòl pas èsser barataa.


Condividi