Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2012

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas N.109 Febrier 2012

Anem Òc! Per la lenga occitana

Anem Òc! Per la lenga occitana

Anem Òc! Per la lenga occitana
italiano Tolosa: terminerà a piazza del Capitole la manifestazione del 31 marzo "Anem Òc! Per la lenga occitana"
Dalle valli occitane un pullman, il 28 febbraio ultimo giorno per l'iscrizione e una giornata di immersione linguistica ad Ostana sabato 3 marzo presso il Rifugio La Galabèrna


Piazza del Capitole, questa grande piazza, luogo di incontro dei Tolosani, bordata ad Est dalla maestosa facciata con le sue otto colonne di marmo rosa che rappresentavano nel passato gli 8 "capitouls" in carica all'amministrazione della città, con nel suo centro la grande croce occitana, quella che in questi anni abbiamo imparato ad amare e che è diventata anche il simbolo condiviso della gente delle valli occitane accoglierà la finale della manifestazione pan-occitana del 31 marzo "Anem Òc! per la lenga occitana".
Si impara di più sull'Occitania e sugli occitani, sul loro carattere, sulla loro creatività, sulle loro rivendicazioni partecipando a quella giornata che leggendo o studiando a tavolino per anni.
L'Occitania è un paese vivo, costituito da una quantità impressionante di associazioni e di istituzioni che lavorano a favore della promozione della sua lingua e della sua cultura: le scuole pubbliche bilingui, le Calandretas, l'IEO, il Cirdoc, le università, le radio associative, le tv regionali....ti chiedi come si fa a non vedere come questo paese d'oc con la sua storia millenaria e i suoi valori trobadorici, la sua estensione su tre stati al centro dell'Europa, in questa crisi europea che è una crisi oltre che monetaria anche di valori non assurga a simbolo. La famosa Europa dei popoli è li in quella manifestazione del 31 marzo. Politici sveglia!!! Non si costruiscono dei grandi sogni come quello europeo se ci si basa solo sulla potenza del denaro. E' importante ma non è tutto. Ci vuole dell'olio per far montare la maionese, del lievito per il pane, dei sogni per i popoli che si vogliono coesi.
I partecipanti alla giornata del 31 marzo dedicata alla manifestazione si raduneranno fin dal mattino in Piazza Europa dove si sarà nel frattempo installato il "Villaggio Occitano" con i suoi stand dedicati alle pubblicazioni culturali e ai produttori della terra occitana. Avranno così modo di conoscere l'Occitania da diversi punti di vista, di assaggiare prodotti tipici e nel primo pomeriggio il corteo si mette in moto per percorrere bd Lascrosses, bd de Strasbourg, bd d'Arcole, bd Carnot, Momuments aux morts, bd de Metz, rue Alsace-Lorraine, place du Capitole.
La preservazione della diversità linguistica e culturale nel mondo è una delle scommesse maggiori negli anni a venire. E' necessario creare sul territorio dove si parla l'occitano una situazione favorevole all'insegnamento della lingua, alla sua presenza nei mass media elettrocini, audiovisuali e scritti, alla creazione culturale in occitano, questo al fine di permettere e sviluppare la sua trasmissione alle generazioni future e il suo impiego nella vita pubblica e sociale contemporanea.
La Chambra d'oc organizza un pullman che partirà da Torino (se ci sarà un numero di iscritti sufficente), da Saluzzo e che raccoglierà per la strada man mano le persone iscritte al viaggio. Per problemi di prenotazione del pullman e dell'albergo il 28 febbraio sarà l'ultimo giorno utile per l'iscrizione. Inoltre il 3 marzo, ad Ostana, presso il Rifugio La Galabèrna è organizzata una giornata di immersione linguistica in lingua occitana (conversazione) dalle ore 15 alle ore 23. Aperta e libera a tutti. E' gradita la prenotazione per la cena da attuarsi presso il Rifugio La Galabèrna (http://www.rifugiogalaberna.com)
occitan Tolosa: terminarè en plaça dal Capitòli la manifestacion dal 31 de març "Anem Òc! Per la lenga occitana"
Da las valadas occitanas un pullman, lo 28 de febrier darrier jorn d'inscripcion e una propòsta d'una jornaa d'immersion linguística a Ostana al Refugi La Galabèrna sande 3 de març


Plaça dal Capitòli, aquela granda plaça, lueia d'encòntre di tolosans, bordaa a Est da la majestuosa façada embe sas uech colòmnas de marbre ròsa qu'ental passat representavon lhi uech "capitols" en charja a l'administracion de la vila, embe a son bèl centre la crotz occitana, la qu'en aquesti ans avem emprés a amar e qu'es vengua mesme lo símbol partatjat de la gent des valadas, aculhirè lo final de la manifestacion pan-occitana dal 31 de març "Anem Òc! Per la lenga occitana".
Én empren de mai su l'Occitània e sus lhi occitans, sus lor caràcter, lor creativitat, lors revendicacion en partecipant an aquela jornada qu'en lesent o estudiant sus papierper d'ans.
L'Occitània es un país viu, format da una quantitat impressionanta d'associacions e d'institucions que trabalh a favor de la promocion de sa lenga e sa cultura: las escòlas públicas bilíngüas, las calandretas, l'IEO, lo Cirdoc, las univèrsitats, las radio associativas, las tv regionalas... te demandas coma se fai a pas veire coma aqueste país d'òc, embe soin istòria millenària, sas valors trobadorencas, son extension sus tres estats ental metz de l'Euròpa, sie pas elevat a símbol dins aquesta crisi europea qu'es masque monetària, mas tanben de valors. Las famosa Euròpa di pòples es aquí dins aquela manifestacion dal 31 març. Polítics, revelhatz-vos! Se construïsson pas de grands súmis coma aquel europèu se én se basa ren que sus la potença de l'argent. Es important mas es pas tot. Chal de l'ueli per far montar la maionesa, de levura per lo pan, de súmis per lhi pòples que se vòlon units.
Lhi partecipants a la jornada dal 31 de març van se rechampar lo matin en Plaça Euròpa, d'ente entrementier serè estat installat lo "vilatge occitan" embe lhi siei stand dedicats a las publicacions culturalas e ai produchs de la tèrra occitana. Com aquò aurèn l'ocasion de conéisser l'Occitània da divèrs ponchs de vista e de tastar qualquaren, puei lo cortègi vai se butar en marcha per percórrer bd Lascrosses, bd de Strasbourg, bd d'Arcole, bd Carnot, Momuments aux morts, bd de Metz, rue Alsace-Lorraine, plaça dal Capitòli.
La preservacion de la diversitat linguística e culturala dins lo mond es una des escomessas pus grandas dins lhi ans a venir. Es necessari crear sal territòri ente se parla l'occitan una situacion favorabla a l'ensenhament de la lenga, a sa presença dedins lhi meians de comunicacion electrònics, audiovisuals e escrichs, a la creacion culturala en occitan, aquò a fin de perméter sa trasmission a las generacions futuras e son emplec dedins la vita pública e sociala contemporànea.
La Chambra d'òc organiza un pullman que partirè da Turin (se lhi aurè un numre sufisent d'iscrichs), da Saluces e que man a man reculhirè per la via las personas inscrichas al viatge. Per de problèmas de reservacion dal pullman e de l'aubèrge lo 28 de febrier serè lo darrier jorn útil per l'iscripcion. En mai lo 3 de març, a Ostana, al refugi La Galabèrna es organizaa una jornaa d'immersion linguística (conversacion) da 15 oras a 23 oras dubèrta a tuchi. Es gradia la reservacion per la cina d'efectuar al refugi La Galabèrna. (http://www.rifugiogalaberna.com)

Condividi