Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2011

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n° 101 Mai 2011

“Terza edizione del Premio Ostana - Scritture in lingua madre”

“Tèrça edicion delPremi Ostana – Escrituras en lenga maire”

“Terza edizione del Premio Ostana - Scritture in lingua madre”
italiano XXIV Salone Internazionele del libro 2011: all’OVAL, stand W18 X17 lunedì 16 maggio alle ore 18
Nella Piazzetta Parole di Piemonte del Consiglio Regionale presentazione della “Terza edizione del Premio Ostana - Scritture in lingua madre” che si terrà ad OSTANA il 3-4-5 giugno 2011

Nello scenario straordinario di Ostana, balcone naturale al cospetto del Monviso, si svolgerà da venerdì 3 a domenica 5 giugno, la terza edizione del Premio Ostana.
Una iniziativa culturale, nata nel 2008, che intende far conoscere, a un pubblico sempre più vasto, gli autori che utilizzano per le opere letterarie la loro lingua di appartenenza territoriale, seppur minoritaria, ma anche stimolare un sempre maggiore e più incisivo impiego di questi idiomi in letteratura e negli strumenti della moderna comunicazione.
Da tempo Ostana si propone come Comune all’avanguardia nelle politiche culturali e ambientali: dall’attenzione al recupero filologico delle architetture tradizionali, all’utilizzo delle energie rinnovabili; dalle attività di animazione culturale che vedono nel locale museo la punta di diamante, all’intensa azione di promozione della lingua occitana.
La formula del “Premio Ostana -Scritture in lingua madre” si articola nell’assegnazione di quattro categorie di Premio: internazionale, nazionale, letteratura d’Oc, e speciale.
Le categorie internazionale e nazionale individuano Autori che abbiano utilizzato, anche in parte, nelle loro opere, le lingue minoritarie riconosciute.
Per la sua collocazione in area occitana, accanto ai riconoscimenti internazionale e nazionale, viene attribuito uno specifico riconoscimento per un Autore di lingua d’oc. In ogni edizione viene inoltre assegnato un Premio speciale a un protagonista della cultura che si sia distinto particolarmente nella difesa, nella valorizzazione e nella diffusione delle lingue meno diffuse.
I Premi, che consistono in una scultura in vetro appositamente realizzata dall’artista Silvio Vigliaturo, accompagnata da una creazione originale di MarcoGioielli che riproduce in oro la croce occitana, saranno assegnati DOMENICA 5 giugno alle ore 15, per l’edizione 2011 a:
Harkaitz CANO, scrittore di lingua basca
(Premio Internazionale)

Andrea NICOLUSSI GOLO, scrittore di lingua cimbra
(Premio Nazionale)

Aurelia LASSAQUE, scrittrice di lingua occitana
(Premio per la lingua Occitana)

Tuntiak KATAN, scrittore di lingua shuar (Ecuador)
(Premio Giovani)

Miran REUVEN , scrittore, traduttore di lingua ebraica
(Premio Traduzione)

Vincenzo CONSOLO
(Premio Speciale)

Conduce la cerimonia di assegnazione del Premio il giornalista Carlo CERRATO, caporedattore centrale RAI TGR Piemonte.
La manifestazione sarà aperta venerdì 3 giugno alle ore 15,30 con il seminario “Come si salva una lingua. Strategie, metodi, strumenti”.
Alle 18 l’incontro con lo scrittore e traduttore israeliano Miran REUVEN sul tema “La lingua ebraica come fattore di identità culturale nazionale. Da lingua di preghiera a lingua secolare”.
Dello scrittore sarà anche presentata, il giorno successivo sempre alle ore 18 la raccolta di racconti “Memorie di una stagione morta” (1996), con la traduzione di Barbara Passarella, primo volume della collana “Premio Ostana: scritture/escrituras”, edizioni Chambra d’Òc.
Altro momento di riflessione sarà dedicato al tema “Comunicare la lingua. Il web: progetti ed esperienze” in cui tra le varie esperienze e progetti sarànno presentati i risultati del progetto Tresòr de lenga. Corpus Testuale realizzato nell’ambito dei “Master dei talenti della società civile”, a cura della Fondazione Giovanni Goria.

Le serate del Premio saranno dedicate a momenti di spettacolo: venerdì 3 con il gruppo Aire d’Ostana e sabato 4 con Figli dei figli, a cura dell’Associazione Culturale Mano d’Opera

occitan XXIV Salon Internacional dal libre 2011: OVAL , stand W16 X17 luns 16 mai a 18h
Dins la Placeta Paraulas de Piemont dal Conselh Regional presentacion de la “Tèrça edicion delPremi Ostana – Escrituras en lenga maire” que se vai tenir a OSTANA lo 3-4-5 de junh 2011

Dins l’extraordinari scenari d’Ostana, una plancha naturala derant dal Vísol, se tenarè da Venres 3 a Diamenja 5 de Junh la tèrça edicion del Premi Ostana.
Una iniciativa culturala, naissua ental 2008, que vòl fai conóisser a sempre mai de gent lhi autors que utilizon lor lenga mairala, la lenga dal lor territòri per d’òbras literàrias; mas es un’iniciativa que vòl possar a una mai granda e consistenta utilizacion d’aquestas lengas en literatura e dins la modèrna comunicacion.
Fai de temp que Ostana se pausa coma Comuna a l’avangàrdia dins las políticas culturalas e ambientalas: per l’atencion a salvar l’arquitectura tradicionala, per l’utilizacion de las energias renovablas, per las activitats d’animacion culturala que an lor fòrça dins lo local museu e enfin per una consistenta accion al fin de promòure la lenga occitana.
Lo Premi Ostana – Escrituras en lenga maire es organizat en quatres categorias: internacional, nacional, literatura d’Òc, e especial.
Las categorias internacional e nacional evidencion d’autors qu’aion utilizat, bèla masque en part de lors òbras, las lengas minorizaas reconoissuas.
Én se trobant en tèrra occitana, lo premi a un sector dediat a un autor de lenga d’Òc.
Es reservat un Premi especial a un protagonista de la cultura qu’aie agut un particular empenh per la defensa, la valorizacion e l’espandiment de las lengas menc difonduas.
Lhi Premis, que consistisson en una escultura en vedre realizaa da l’aritsta Silvio Vigliaturo e d’una creacion originala en aur de Marco Gioielli sus la crotz occitana, serèn atribuïts DIAMENJA 5 de Junh 2011 a 3 bòts a:

Harkaitz CANO, escriveire en lenga basca
(Premi Internacional)

Andrea NICOLUSSI GOLO, escriveire en lenga cimbra
(Premi Nacional)

Aurelia LASSAQUE, escriveira en lenga occitana
(Premi per la lenga Occitana)

Tuntiak KATAN, escriveire en lenga shuar (Ecuador)
(Premi Joves)

Miran REUVAN escriveire e traductor en lenga ebraica
(Premi Traduccion)

Vincenzo CONSOLO
(Premi Especial)

Mena la cerimonia de consenha dal Premi lo jornalista Carlo CERRATO, cap-redactor central RAI TGR Piemont.
La manifestacion prencipiarè venres 3 de junh a 3 bòts e metz abo lo seminari “Coma se salva una lenga. Estrategias, métodes, enstruments”.
A 6 oras un incòntre embe l’escriveire e traductor israelian Miran REUVAN sus lo subjèct “La lenga ebraica coma factor d’identitat culturala nacionala. Da lenga de preièra a lenga d’estat”.
D’aquel escriveire serè presentaa, lo jorn d’après sempre a 6 oras, la racòlta de racònts “Memorie di una stagione morta” (1996), embe la traduccion de Barbara Passarella, premier volum de la colana “Premio Ostana: scritture/escrituras”, edicions Chambra d’Òc.
Un autre moment de reflexion serè dediat al tèma “Comunicar la lenga. Lo Web: projècts e experienças” ente abo la rèsta serèn presentats lhi resultats del projèct Tresòr de lenga. Corpus Textual realizat dins l’ensem di “Master dei talenti della società civile”, a cura de la Fondazione Giovanni Goria.

Las seradas dal Premi serèn reservaas a d’espectacles: venres 3 embe lo grop Aire d’Ostana e sande 4 embe Figli dei figli, a cura de l’Associazione Culturale Mano d’Opera


Condividi