Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2011

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n° 100 Abril 2011

Carovana Balacaval: 4 mesi di viaggio nel Piemonte Meridionale

Carovana Balacaval: 4 mes de viatge dins lo Piemont Meridional.

La partenza il 27 maggio dall’Ostello del Parco del Po. Il 28-29 maggio la “prima” a Piasco.

Carovana Balacaval: 4 mesi di viaggio nel Piemonte Meridionale
italiano Dall’Ostello del Parco del Po partirà la Carovana Balacaval, il tour di quattro mesi della compagnia che viaggerà nelle provincie di Cuneo e Torino a bordo di carrozze trainate da cavalli. Il 28 e 29 maggio prossimo sarà a Piasco per la sua “prima”. La compagnia di musicisti e artisti piemontesi porterà in giro spettacoli, serate da ballo, concerti e proiezioni. Una carrozza palco, una carrozza bar, due carrozze abitazione e un parquet a terra costituiranno l’ambientazione, montata di volta in volta in piazze e radure, in cui si svolgeranno anche laboratori e animazioni per bambini e ragazzi.

L’Ente Parco del Po ha voluto dare il suo apporto al progetto concedendo alla Carovana l’utilizzo dell’Ostello del Po per i prossimi due mesi. Qui si stanno svolgendo gli ultimi aggiustamenti alle carrozze, la costruzione della scenografia, le prove musicali e l’addestramento dei cavalli. A metà aprile avranno inizio le prove dello spettacolo di varietà nato da una coproduzione italo-francese tra l’Associazione Marcovaldo e il Dipartimento delle Alpes de Haute Provence nell’ambito del PIT D3 “Itinerari culturali”. Lo spettacolo avrà la regia di Isabelle François e la partecipazione degli attori Eva Maria Cischino e Andrea Fazzari oltre che dei musicisti della Carovana Balacaval.

Della compagnia fanno parte Manuela Almonte fisarmonicista, cantante e manager del gruppo, Stefano Protto, contrabbassista, violinista e artigiano, al quale si deve la progettazione e la costruzione dei carri, insieme al tecnico della carovana Diego Mearini e a Claire Vincent, clarinettista e flautista. Completano il gruppo Peyre Anghilante, fisarmonicista e sassofonista, Marco Ghezzo e Elisabetta Bosio, entrambi violinisti e contrabbassisti e il fotografo e operatore video Andrea Fantino.

L’iniziativa, promossa dal settore interculturale della Chambra d’Oc, nonostante la scarsità di risorse economiche del settore, ha trovato una buona accoglienza da parte di enti, associazioni e privati. Oltre che con il Parco del Po, la Carovana collaborerà con il Parco Fluviale di Cuneo, Il Parco delle Alpi Marittime, il Parco del Pesio, con il comune di Cuneo e con circa altri trenta comuni.
Dopo la prima tappa a Piasco la Carovana si muoverà nel fossanese e parteciperà a fine giugno alla Festa della Transumanza da Saluzzo a Paesana organizzata dalla Fondazione Amleto Bertoni. In luglio si muoverà ai piedi delle valli Po, Maira e Varaita, e dopo una sosta a Cuneo, risalirà la Valle Stura. A fine luglio la Carovana sarà il fulcro intorno al quale ruoterà l’evento “Crear al País” al Forte di Vinadio, sul tema del rapporto fra tradizione e nuova creazione, nell’ambito del progetto transfrontaliero “Itinerari culturali” elaborato dall’Associazione Marcovaldo. Dopo un agosto tra cuneese e monregalese, sconfinerà in Francia nel borgo di Seyne. In settembre, dopo il pinerolese e la val Pellice, raggiungerà il Parco del Castello di Racconigi e chiuderà il tour nel Roero.

Altra importante partnership è quella con il birrificio Le Baladin di Piozzo, che già in passato si era dimostrato sensibile a questo genere di iniziative accogliendo e promuovendo la Compagnia itinerante dei Croque Mule. La carrozza bar servirà infatti le birre e le bibite di eccellenza di Teo Musso, che ha messo a disposizione della Carovana Balacaval una spillatrice fatta su misura.

“Si tratta di un progetto che rientra in tanti modelli e mette in rete soggetti diversi – afferma Ines Cavalcanti, coordinatrice della Chambra d’Òc – La Carovana Balacaval parteciperà a molti eventi in calendario nei comuni, si inserirà in feste di paese, estate ragazzi, festival, progetti di solidarietà e di nuova creazione, dando vita ad uno scambio con il territorio attraversato”. Il viaggio sarà interamente documentato con foto, video e blog.
Anacronistico? “Non del tutto” – affermano gli ideatori – “Sarà un tour a mobilità lenta ma con la giusta dose di tecnologia e di comunicazione, che vuole rispondere ad un’esigenza di contatto con le persone e con la natura che è assolutamente attuale. Il nostro non sarà un pubblico di spettatori passivi, ma di persone in cerca di un’esperienza di festa, incontro e scambio”.

Per ulteriori informazioni:
- www.chambradoc.it/balacaval.page
- http://carovanabalacavalit.wordpress.com
occitan Da l'Ostèl dal Parc dal Pò partirè la Carovana Balacaval, lo vir de quatre mes de la companhia que viatjarè dins las províncias de Coni e Turin a bòrd de carròças tiraas da cavals. Lo 28 e 29 de mai que ven serè al Peasc per sa “premiera”. La companhia de musicaires e artistas piemontés menarè en vir d'espectacles, seradas da bal, concèrts e projeccions. Una carròça palc, una carròça bar, doas carròças abitacion e un parquet a tèrra formarèn l'ambientacion, montaa de bòt en bòt en de plaças e de raduras, ente se farèn decò de laboratòris e d'animacions per mainats e filhets.

L'Ent Parc dal Pò a volgut donar son apòrt al projèct en concedent a la Carovana l'usatge de l'ostèl dal Pò per lhi dui mes que venon. Aquí s'iston debanant lhi darriers ajustaments a las carròças, la construccion de la scenografia, las pròvas musicalas e l'anestrament di cavals. A la meitat d'abril van començar las pròvas de l'espectacle de varietat naissut da una coproduccion italo-francesa entre l'Associacion Marcovaldo e lo Departament de las Alps d'Auta Provença dins lo quadre dal PIT D3 “Itinerari culturali”. L'espectacle aurè la regia de Isabelle François e la participacion de lhi actors Eva Maria Cischino e Andrea Fazzari en mai que di musicaires de la Carovana Balacaval.

De la companhia fan part Manuela Almonte, acordeonista, chantaira e manager dal grop, Stefano Protto, violonaire, contrabassista e artisan, al qual se deu la projectacion e la construccion de las carròças, ensem al técnic de la carovana Diego Mearini e a Claire Vincent qu’es decò clarinetista e flaütista. Completon lo grop Peyre Anghilante, acordeonista e saxofonista, Marco Ghezzo e Elisabetta Bosio, tuchi dui violonaires e contrabassistas e lo fotograf e operator video Andrea Fantino.

L'iniciativa, promogua dal sector intercultural de la Chambra d'Òc, malgrat l'escarsitat de ressorsas econòmicas dal sector, a trobat una bòna aculhença da part d'institucions, associacions e privats. En mai qu'embe lo Parc dal Pò, la Carovana collaborarè embe lo Parc Fluvial de Coni, lo Parc de las Alps Marítimas, lo Parc dal Pes, embe la comuna de Coni e embe a pauc près autras trenta comunas.
Après la premiera tapa al Peasc la Carovana se bojarè dins lo fossanés e participarè a la fin de junh a la Fèsta de la Transumança da Saluces a Paisana, organizaa da la Fondacion Amleto Bertoni. En lulh se bojarè ai pè de las valadas Pò, Maira e Varacha e après una sosta a Coni, remontarè la Val d'Estura. A la fin de lulh la Carovana serè lo fulcre d'entorn al qual virarè l'eveniment “Crear al País al fòrt de Vinai, sus lo tèma dal rapòrt entre tradicion e nòva creaccion, dins lo quadre dal projèct transfrontalier “Itinerari culturali” elaborat da l'Associacion Marcovaldo. Après un avost entre cuneés e monregalés, passarè en França dins lo vilatge de Sèina. En setembre, après lo pinerolés e la Val Pelis, rejonherè lo Parc dal Chastèl de Racunís e sarrarè lo vir dins lo Roero.

Un'autra importanta collaboracion es aquela embe lo birrifici Le Baladin de Piozzo, que já dins lo passat s'era demostrat sensible an aqueste genre d'iniciativas en aculhent e promovent la compagnia itineranta di Croque Mule. La carròça bar de fach servirè las bièras e las bevandas d'excellença de Teo Musso, qu'a butat a disposicion de la Carovana Balacaval una màquina per tirar la bièra facha sus mesura.

“Se tracta d'un projèct que marcha ben en tanti modèls e buta en ret de subjècts diferents – afèrma Ines Cavalcanti, coordinatritz de la Chambra d'Òc – La Carovana Balacaval participarè a un baron d'events en calendari dins las comunas, s'inserirè en de fèstas de país, estate ragazzi, festenals, projècts de solidarietat e de nòva creaccion, en donant vita a un eschambi embe lo territòri atraversat”. Lo viatge serè entierament documentat embe de fòtos, video e blog.
Anacronístic? “Pas dal tot – afèrmon lhi ideators – serè un vir a mobilitat lenta, mas embe la justa mesura de tecnologia e de comunicacion, que vòl respónder a un'exigensa de contact embe las personas e embe la natura, e aquò es absolutament actual. Lo nòstre serè pas un públic d'espectators passius, mas de personas en cèrcha de un'experiença de fèsta, encòntre e eschambi”.

Per d'ulterioras informacions:
- www.chambradoc.it/balacaval.page
- http://carovanabalacavalit.wordpress.com




Condividi