Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2012

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n.115 Avost 2012

Trobem – Nos

Trobem-nos

di Franco Bronzat

Trobem – Nos
italiano

corso di lingua occitana alla Bibliotea di San Secondo di Pinerolo


Tutti i giovedì dal 6 settembre al 25 ottobre



A pochi chilometri da Pinerolo, a partire dal comune di San Secondo, è presente una parlata occitanica che presenta della forme che l’avvicinano ai tipi linguistici della val Pellice e alle valli centrali piuttosto che alla vicina val Chisone.
Questa forma interessa inoltre il comune di Prarostino, e in val Chisone gli antichi comuni di Inverso Porte e Rocca Piatta, oggi aggregati al Comune di San Germano.
Le sue caratteristiche l’avvicinano all’occitano di Angrogna più che al San Janin, cioè la parlata di San Giovanni di Luserna; il limite di questa forma è il vallone del Chauvina anche detto Gran Comba che scende dal passo di Pra la Mura, non lontano dalla cima della Buffa; a nord iniziano le parlate di tipo valchisonese, piuttosto conservative per alcuni fenomeni, come la conservazione dei gruppi consonantici BL/CL/FL/PL e unitarie nella formazione del plurale femminile che è sempre in A.
La parlata del gruppo prarostinese, per molti elementi si avvicina ai tipi linguistici presenti nelle basse valli del Gesso e della Val Vermenanha.
Gli incontri che verranno tenuti tra i mesi di settembre e ottobre prenderanno le mosse da questo enunciato, proprio per sottolineare come la parlata originale di questi due comuni affondi le sue radici nel mondo occitano alpino che ha in questi due comuni inizio.
Quindi dal 6 di settembre dalle ore 21.00 fino al 25 ottobre, tutti i giovedì, avranno luogo presso la Biblioteca Comunale di San Secondo degli incontri dedicati alla lingua e alla cultura occitana attraverso conversazioni, letture, filmati e altro ancora.
Inoltre partire dal 4 di settembre, a Prarostino, e dal 13 di settembre a San Secondo, tra le ore 16.00 e le ore 18.00 sarà aperto a settimane alterne, uno sportello linguistico a disposizione di tutti coloro che sono interessati alla parlata locale o in generale all’occitano o ad altre lingue minoritarie presenti nell’area della provincia di Torino.

occitan

cors de lenga occitana a la Bibliotèca de San Seond di Pinairòl


Tuit lhi dijòus dal 6 de setembre al 25 d’octobre



A pas gaire de quilomètres de Pinairòl, a començar de la comuna de San Seond, al es present un lengatge occitan que presenta de formas que l’avesinan ai tipes linguistics de la val Pèli e a las valadas centralas plutuest que a la vesina valada dal Cluson.
Questa forma enteressa decò la comuna de Prustin e, en Val Cluson, las vèlhas comunas de Envèrs de las Pòrtas e de Ròcha Plata, encuèi rejontias a la comuna de San Girman.
Sas caracteristicas l’avesinan ben a l’occitan d’Angruènha pus que al Sanjanin, lengatge occitan de San Jan de Luserna; la bòina de questa forma l’es la comba de la Chauvina, decò nomaa Gran Comba que cala dal còl de Prat la Mura pas luènh de la cima de la Bufa; al cojant començan de lengatges dal tipe valclusonenc, ben conservatiu per qualque fenomene, com per aver gardat lhi grops consonantics BL/CL/FL/PL e pro unitari per çò que regarda la formacion dal plural fumel qu’al es sempre en A.
Lo lengatge dal grop prustinenc, per ben de elements s’apròcha a las formas lenguisticas presentas dins las bassas valadas de Ges e Vermenanha.
Lhi rescontres que sarèn tenguts entre lhi mes de setembre e octobre s’enchaminarèn en partant de questa afermacion, pròpi per remarcar com lo parlar original de questi dòi país aie sas raïtz dins lo mond occitan alpin que en questas doas comunas a començament.
Per aiçò dal 6 de setembre a las ora 21.00, auren luèia dins la Biblioteca Comunala de San Seond de rescontres dediats a la lenga e a la cultura occitana gràcias a de chacharadas, leituras, films e autre encara.
Encara a començar dal 4 de setembre, a Prustin e dal 13 a San Seond, entre las oras 16.00 e 18.00 sarè ubèrt a setmanas altèrnas, un guichet linguistic a dispausacion de tuit quèli que son enteressats al parlar de la luèia o en general a l’occitan o a las autra lengas minoritàrias de la provinça de Turin.


Condividi