Tresòr de lenga:100 paraulas    Tresòr de lenga - corpus testuale

Lou calissoun. Donses de Pount e de La Chanal

Lou calissoun

Tipologia file: testo Oc/ita
Tipologia testo: saggio-musica
Grafia testo Oc: Escolo dóu Po
Data Pubblicazione: 1985 (I edizione: 1979)
Fonte: MO, p.34-35
Autore:
-del testo Oc: Sergio Ottonelli
Luogo:
-di provenienza dell'autore del testo oc: Chianale
Valle: Varaita


L'à dounà Marìo de Juòn Chamous dei Chastel (n.1914). Registrasioun dei 1977 e '78.
Estrument doubrà: armoni a semitoun. -40''-
En touto la Val Varacho i à na partìo de Calissoun que soun tuche estimà de dònses en pàou viéies. I se bàloun tuche 'ntrà duei, en balarin e na balarino, que couménsoun en viront (i à mac aqueli dei Bessé e de 'n Dragouniere de San Péire que couménsoun en balont).
La chansouneto per navizar la musico de la premiero figuro fai:

Cal es qu'à mai de peno moun Juon
cal es qu'à mai de peno?
Aquel qu'es senso fremo moun Juon
aquel qu'es senso fremo.


Informatrice: Maria Broard in Gaudissard di "Chastel" (n. 1914). Registrazioni del 1977 e '78.
Strumento utilizzato: fisarmonica diatonica. - 40" -
In tutta la Val Varaita vi sono parecchi "Calissoun", che sono tutti considerati delle danze molto antiche. Si eseguono tutti tra due persone, un ballerino e una ballerina, che iniziano girando (vi sono soltanto gli abitanti di "Bessé" e di "Dragoniere" di Sampeyze che iniziano ballando).
La canzoncina per ricordare la musica della prima figura della danza dice :

Chi è che ha maggiore pena mio Giovanni
chi è che ha maggiore pena?
Colui che è senza moglie mio Giovanni
colui che è senza moglie.