Tresòr de lenga:100 paraulas    Tresòr de lenga - corpus testuale

La ghihouno. Donses de Pount e de La Chanal

La guihouno

Tipologia file: testo Oc/ita
Tipologia testo: saggio-musica
Grafia testo Oc: Escolo dóu Po
Data Pubblicazione: 1985 (I edizione: 1979)
Fonte: MO, p.34-35
Autore:
-del testo Oc: Sergio Ottonelli
Luogo:
-di provenienza dell'autore del testo oc: Chianale
Valle: Varaita


L'à dounà dondo Neno de Daréiri Lòoucho dei Chastel (n. 1886, m. 1976). Registrasioun dei 1972.
Estrument doubrà: viouloun, armoni a semitoun, vioulo. - 52''-
I es la pu counisùo des Guihoùnes, perqué n'amuzonto chansouneto en ousiton à counsentì de nin gardar la muzico.
Lou temp es en 2/4. Chesque frazo muzicalo à sieis batùes, que courespoùndoun a sieis pas de donso.
Ai Chasteldelfin, enté i es decò, i se balo a la maniero de la Guihouno (J'ai un pied...). A Pount, belèou, po i esse càico difereneo din la secoundo figuro.
La chansouneto fai:

Doùne-li de fen an aquel aze
doùne-li de fen qu'ai monge ben.
S'i nin doùnes gàire ai monjo gàire
s'i nin doùnes ben ai monjo ben.

 


Informatrice: Maddalena Broard ved. Gaudissard di "Chastel" (n.1886, m.1976). Registrazione del 1972.
Strumenti utilizzati: violino, fisarmonica diatonica, ghironda. - 52''-
E' la più conosciuta delle "Guihoùnes", perché una simpatica canzoncina in occitano ha permesso di conservarne la musica.
Il tempo è binario. Ogni frase musicale è composta da sei battute che corrispondono a sei passi di danza.
A Casteldelfino, dove è pure conosciuta, si esegue come la "Guihouno" (J'ai un pied...). A Pontechianale, forse, possono esserci alcune differenze nella seconda figura.
Il testo della canzoncina è il seguente:

Dagli del fieno a quell'asino
dagli del fieno che mangi bene
Se gliene dai poco mangia poco
se gliene dai molto mangia molto.