Insegnamento on-line   

Modulo 18 - Inna vaconsa aou mar

In poc da leire

Un po' di letteratura

In poc da leire
franco-provenzale



Lou port de Genova din lh' ooutri secoul

Ou l'at vi parte è arivè in baroun de gen de totte le qualità. A soun mar soun sempre ità groupà le speronse, li fastiddi, la countentessa è li deipleisì de li emigront. Tonti de lour lou veiòn per lou premìe col.
Da la Val Suza partiòn in baroun de gen per alè an Africa, an America, o din d'outri paì.
Per alé an America i partiòn plutò da le Havre an Fronsa, ma d'isì avéi li piroscafi alavoun asì.
Però finque soun pa ità feite de leggi spré, ièroun tonte le dificultà. An efèit, devòn aventurese din lou viajo, li emigròn devion arivé in baroun de jorn devon ambarquese, fermese è pagué lou pernoutament din li oubergi. Tonti deviòn douné l'oururra o, adiriturra, de choze pourtà da le meizoun, è, din lou port, ière in gir de malavitta; aloura li préri è li missiounari, per eideli, charchavoun, o avei le predique o eicrivend din li journal, que se fazise in baroun d'atensioun per pa livré din le mon di malfatour. T'ità feita aloura, an prensippi dou '900, l"'Opera Assistenza degli operai immigrati in Europa e nel Levante" per douné socours spiritoul è material a sëlli qui emigravoun. Lou chumin de le gen qui von lonh da la lour patria per charché travalh ou pa è ou, mai, ità fachil.


sente

italiano



Il porto di Genova nei secoli passati

Ha visto arrivare e partire molte persone di ogni tipo. Al suo mare sono sempre state legate le speranze, le preoccupazioni, le gioie e i dispiaceri degli emigranti. Molti di essi lo vedevano per la prima volta.
Dalla Val Susa molte persone emigravano per recarsi in Africa, in America o in altri paesi. Per andare in America partivano prevalentemente da Le Havre in Francia, tuttavia, anche da Genova salpavano numerosi piroscafi .
Finché non ci furono delle leggi apposite, vi erano però, molte difficoltà. Infatti, prima di avventurarsi nel viaggio, gli emigranti dovevano arrivare molti giorni prima di imbarcarsi, fermarsi e pagare il pernottamento negli alberghi. Tanti dovevano cedere oro o addirittura altri oggetti portati da casa, e, nel porto, era presente anche la malavita; allora sacerdoti e missionari, per aiutarli, tentavano, o nelle omelie o tramite la stampa, di metterli in guardia perché non finissero nelle mani di malfattori. Venne organizzata perciò, all'inizio del ' 900, l'Opera di Assistenza degli operai immigrati in Europa e nel Levante, per prestare loro soccorso spirituale e materiale. Il viaggio delle persone che si recano lontano dalla patria alla ricerca di lavoro non è e non è, mai, stato facile.

( da "Ricordi familiari" di Virginia Borello )