Il documento (...) fornitoci dal signor Ettore Berger di Villaretto, "Anciennes ordonnances de la Comunauté de Mentoles", è il titolo di un fascicolo di 176 pagine contenente
l)L'originale della transazione intervenuta nel 1514 fra le comunità di Mentoulles e del Roure a proposito dei pascoli del Chardonnet (14 pagine di testo), redatto in un latino molto pittoresco da "Joannetus Albi (Blanc) de Fenestrelles notarius et tabellio publicus".
2)L'originale dei regolamenti e ordinanze emessi nel 1515 dalla comunità franca di Mentoulles (45 pagine di testo), redatti nello stesso latino e dallo stesso notaio.
3)Gli originali di regolamenti e ordinanze emessi nel 1532 e nel 1549 sempre dalla comunità di Mentoulles (26 pagine di testo), in patois! Il documento del 1532 (4 pagine), redatto ancora dal notaio Blanc, appare scritto in un patois approssimativo, condito con una buona dose di francese. Il secondo, del 1549 (22 pagine di testo), stilato dal nuovo notaio Claude Clapier "notaire royal delphinal des dittes Mantoules", presenta invece grandissima importanza filologica; perciò ne diamo alcuni estratti nell'ultima pagina.
4)Questi testi, difficilmente decifrabili da un profano, sono stati trascritti nel 1753 in leggibilissima grafia del XVIII secolo. La trascrizione, autentificata dal già nominato notaio Calligaris, comprende 58 pagine.
5)Infine le deliberazioni, in francese, del consiglio ordinario di Mentoulles stilate nel 1741 dal notaio Claude Cordier. Ci rimangono solo 8 pagine delle 20 che costituivano il testo completo; purtroppo, infatti, sei fogli sono stati lacerati da mano inconsciamente criminale. La perdita è grave, poiché queste deliberazioni contengono, fra l'altro, articoli della transazione intervenuta tra la Val Chisone "et le Prince Imbert Dauphin de l'année 1343", cioè quell'Umberto II, ultimo Delfino di Vienna, il quale, essendo senza discendenti maschi o trovandosi indebitato fino ai capelli, cedette il suo dominio al duca di Normandia, e quindi praticamente al re di Francia (1349), segnando così per oltre tre secoli e mezzo ininterrottamente il destino francese dei nostri antenati.
Il manoscritto Berger è importante anohe perché risale al XVI secolo, di cui ci sono rimasti abbastanza rari documenti diretti; è questa infatti un'epoca anteriore al periodo più acuto delle lotte religiose nella nostra valle, le quali rappresentarono, per molti aspetti della nostra civiltà locale e quindi anche per la nostra paleografia, una gravissima calamità.

Estratti del testo in patois dell'anno 1549 contenuto nel manoscritto Berger:

Item an.ordenà lous dits hommes dessus nominas qué dengun persone de cunq
etat, ou condition qual sios ny cunq qu'e non ause, ny presume taillar ou en alcune altre fasson que sio gastar alcungs albres, bletons, melezes, tout ainsy comme sont les confines dessous scriptas commensant a la pè de la Boysonas tendent als Aberuzons, dequi tendent en Serro Martin ferent en Clot Fenier dequì retournant, et traversant per la simo dal Rochas dequì al Clot dals Azes, descendent a la vio de la Boyssonnas descendent per lou Combal de las Boysonnas devers matin ferent a las maysons dal dit Clot Mytral, e ce sur peyno et ban per chaque albre de tres florins bonne monneye, et per chaque fays de boc tant homme que fenne de quatre sous tournois, et per chaque viagge...

Item an ordenà lous dits hommes que dengun presono de cunq etat, qualità ou condition quelle sio ny cunq que non ause ni presume taillar, pellar, eycertenar alcungs albres melezes vers en alcune serve de la commune de la affranchiment de la dittas Mentolas.

Item an ordenà....... non ause ni presume per chaque an avenir fochar, autrement sear, meyre aube lou volan alienas herbas dals communs... en alcun luoc que sio ni cunq que non durant lou mes d'aoust, et toute presone que se troubareo seant ni meyent derant lou dit mes d'aoust las dittas herbas...sarè accusà... payaren de ban doux florins monneye de taille apliquas las douas parts a la ditte università, et lou tiers a l'accusour...

Ordenanso et ban contre celous que detrayon boc defore la fin de Mentollas: Item plus an ordenà et statét lou dits hommes dessus nominas que dengun presono de cunq gra ni condition quelle sio, ny cunq que non ause ny presume d'eysì e aprê taillar, ou en alcune aultre fasson que sie penre alcuns traus, remas, billons, chantiers, chanals, ni alcune altre specio ni sorto de fustaille en las servas comunas de la affranchiment de la ditas Mentolas per cause, et afin de extraire
et portar deforo de la ditto università en alcune fasson que sio ni cunq que non detraire et emportar alcun boc tant vert que sec deforo... de las dittas Mentolas sans la licence et consentement dal sindic et conseillers que son a present et per lou temp a venir sur peyno ou ban pèr chaque plante, ou pesse de boc,...de quatre florins de monneye de taille....