La ricerca fu voluta dalla Comunità Montana Valle Stura con l'obbiettivo di stimolare la conoscenza dell'ambiente e la valorizzazione del patrimonio culturale e linguistico.

Gli etnotesti, i proverbi ed i glossari, raccolti dagli alunni delle scuole della Valle Stura, trattano della pastorizia e della castanicoltura. Come spiega Sabina Canobbio nell'introduzione, la scelta di Vinadio e di Demonte quali mete principali per la raccolta delle interviste non è casuale:

 

La scelta dele due località ha corrisposto a due motivi di opportunità: da un lato quella di individuare le specificità produttive delle diverse aree della Valle (l'alta valle ha una lunga tradizione in fatto di patorizia, la media e la bassa valle per la castanicoltura), d'altro lato quella di offrire la possibilità per una interessante verifica della variabilità linguistica1.

1La lengo de ma maire,Corall, Boves, 1997, p.6