Simona Giuseppina Heoud in De Liso (1922-2007) nata a Millaures, frazione di Bardonecchia, ma da un’annotazione anagrafica risulta nata a Marsiglia dove la famiglia è temporaneamente emigrata per lavoro. Per alcuni anni presta servizio presso la contessa Dal Verme a Borgo Vecchio di Bardonecchia. Emigrata a Torino nel 1958, la Heoud ritorna regolarmente a Millaures alla quale rimane profondamente legata. Scrive alcuni testi nella propria lingua madre, il patois, aiutata per la trasposizione in grafia dalla compaesana e amica Augusta Gleise.

Sul suo libro, ‘l cäíë d’lä mèitrë, la Gleise pubblica due poesie della Heoud: La menägera duz Öru (Le massaie di Horres) e Mezun duz Öru (Casa degli Horres), dedicate all’alpeggio dove le due amiche, da ragazze, salivano a fare la menägera, le massaie.

Le poesie della Heoud, il cui cognome è corretto all’anagrafe in Henoud (probabilmente per errore di trascrizione all’atto di nascita in Francia), richiamano un mondo ormai lontano, pensato con struggente nostalgia e lasciato con rammarico per seguire altrove il corso della vita.

La menägera duz Öru 

Mezun duz Öru