Enti in rete L.482/99   

Fra musica, balli e scultura del legno

Fra musica, balli e scultura dl legno.

Tra mùsica, bals e escultura dal bòsc

Un itinerario culturale in Robilante

Fra musica, balli e scultura dl legno.
italiano Un sentiero è come un filo che lega i ricordi.
Questi "fili" a centinaia percorrevano i versanti delle nostre valli, legavano borgate, univano fatiche, tessevano legami.
Questo opuscolo redatto a conclusione del progetto "Vòus d'oc - Voci d'oc" sulla minoranza linguistica occitana per conto della Comunità Montana Valli Gesso e Vermenagna, ne prende uno ad esempio, che unisce Robilante alla borgata di Snive, posta al di sotto della conca prativa delle Piagge.
Il percorso ci permette di rivivere elementi qualificanti del paese di Robilante e della sua cultura, parte integrante della cultura montanaro contadina delle valli occitane del secolo scorso.
Questo sentiero è anche l'elemento conduttore del "museo diffuso delle opere di Jors d'Snive", un artista contadino locale che con le sue produzioni ha saputo condensare nel legno le caratteristiche del paese di Robilante: l'attaccamento alla musica, con particolare riferimento alla Fisarmonica, ai balli tradizionali (courente e balet) e l'utilizzo del legno variamente lavorato.
Il costituendo museo comunale della Fisarmonica, della Musica e dell'Arte Popolare, posizionato all'imbocco del percorso è quindi emblematico punto di partenza per la camminata.
Centralmente all'opuscolo vi è la carta del tragitto, del dislivello di circa 500 metri, da percorrere su di un buon fondo sterrato, fra castagneti e borgate, con arrivo alla frazione di Snive, dove è visibile la casa natale di Giorgio Bertaina (Jors d'Snive - Robilante 1902-1976), ottimamente recuperata da una ditta privata.
Le pagine che seguono sono dei richiami alla cultura, alle tradizioni, all'economia, alle persone che hanno calpestato e reso vivo il percorso: sono le nostre radici, che affiorano ognitanto dal fondo del tracciato.
Come l'anima profonda dei nostri ricordi, legati al filo del sentiero: buon cammino!
Mario Dalmasso

occitan Ën viasœl l'é parèi ma ën fil que ëstaca i arcort.
Sti "fil", a sënténe, travërsàvën i vërsant di noste valade, ëstacàvën bourguèe, jounhìën fatigue, tësìën ligadure.
Stou librèt ëscrit a la fin dar prouget "Vòus d'Oc - Voci d'Oc" su dla minouransa ët lënga ousitana për count dla Coumunità Mountana di valade Ges e Vërmënanha nën pìa un da ëzëmpi, que unìs / jounh Roubilant a la borgâ d'Ësnive, que l'é aval dla vanâ tuta a pra di Piage.
Ou përcours ës përmët d'arvive ët fiœc da ben rimarcâ dar paìs ët Roubilant e dla soua coultura, que l'é part enchavâ ën la coultura mountanhina e campanhina di valade ousitane dar sécoul pasà.
Stou viasœl l'é dco l'element-ëstaca dar "muzéou ëspantià / ëslargà di travai ët Jors d'Ësnive", n'artista campanhin dar post que coun i sœ travai à savù fërmâ ënt ar bosc i coze caraterìstique / particulare dar paìs ët Roubilant: l'atacamënt a la mùzica, pi que tut a l'Armònic, ai bai dla tradisioun (courente e balèt) e l'uzage dar bosc travaià ën manere dëvariê.
Ou muzéou coumunal, acamin, dl'Armònic, dla Mùzica e dl'Art Popoulara, butà ar përsipi dar përcours l'é ënloura ën pountou ët partensa da rimarcâ për la caminada.
Dinta ar librèt i é la mapa dar vir / dla gira, coun ou dëslivel presapoc ët 500 metre, da fâ su ët na via batua e frëgâ , tra arbou e teit, que porta a Ësnive, ounda ës véguën i cazei ët Giorgio Bertaina (Jors d'Ësnive - Roubilant 1902 - 1976), propi ben aranjâ da na dita privâ.
I pàgine que i é apres soun ët rimarque a la coultura, ai tradisioun, a la conoumìa, ai përsoune que àn garpinà e rëndù vìou ou përcours: soun i noste rîs, que mincatant vénën a soure dar caoùn dar viasœl.
Parèi ma l'anima founga di nœsti arcort, ëstacà ar fil dar viasœl: bon viage!
Mario Dalmàs
(en grafia Escòlo dòu Po)


Fra musica, balli e scultura dl legno.

Tra mùsica, bals e escultura dal bòsc

Un itinerario culturale in Robilante

Fra musica, balli e scultura dl legno.
italiano Un sentiero è come un filo che lega i ricordi.
Questi "fili" a centinaia percorrevano i versanti delle nostre valli, legavano borgate, univano fatiche, tessevano legami.
Questo opuscolo redatto a conclusione del progetto "Vòus d'oc - Voci d'oc" sulla minoranza linguistica occitana per conto della Comunità Montana Valli Gesso e Vermenagna, ne prende uno ad esempio, che unisce Robilante alla borgata di Snive, posta al di sotto della conca prativa delle Piagge.
Il percorso ci permette di rivivere elementi qualificanti del paese di Robilante e della sua cultura, parte integrante della cultura montanaro contadina delle valli occitane del secolo scorso.
Questo sentiero è anche l'elemento conduttore del "museo diffuso delle opere di Jors d'Snive", un artista contadino locale che con le sue produzioni ha saputo condensare nel legno le caratteristiche del paese di Robilante: l'attaccamento alla musica, con particolare riferimento alla Fisarmonica, ai balli tradizionali (courente e balet) e l'utilizzo del legno variamente lavorato.
Il costituendo museo comunale della Fisarmonica, della Musica e dell'Arte Popolare, posizionato all'imbocco del percorso è quindi emblematico punto di partenza per la camminata.
Centralmente all'opuscolo vi è la carta del tragitto, del dislivello di circa 500 metri, da percorrere su di un buon fondo sterrato, fra castagneti e borgate, con arrivo alla frazione di Snive, dove è visibile la casa natale di Giorgio Bertaina (Jors d'Snive - Robilante 1902-1976), ottimamente recuperata da una ditta privata.
Le pagine che seguono sono dei richiami alla cultura, alle tradizioni, all'economia, alle persone che hanno calpestato e reso vivo il percorso: sono le nostre radici, che affiorano ognitanto dal fondo del tracciato.
Come l'anima profonda dei nostri ricordi, legati al filo del sentiero: buon cammino!
Mario Dalmasso

occitan Ën viasœl l'é parèi ma ën fil que ëstaca i arcort.
Sti "fil", a sënténe, travërsàvën i vërsant di noste valade, ëstacàvën bourguèe, jounhìën fatigue, tësìën ligadure.
Stou librèt ëscrit a la fin dar prouget "Vòus d'Oc - Voci d'Oc" su dla minouransa ët lënga ousitana për count dla Coumunità Mountana di valade Ges e Vërmënanha nën pìa un da ëzëmpi, que unìs / jounh Roubilant a la borgâ d'Ësnive, que l'é aval dla vanâ tuta a pra di Piage.
Ou përcours ës përmët d'arvive ët fiœc da ben rimarcâ dar paìs ët Roubilant e dla soua coultura, que l'é part enchavâ ën la coultura mountanhina e campanhina di valade ousitane dar sécoul pasà.
Stou viasœl l'é dco l'element-ëstaca dar "muzéou ëspantià / ëslargà di travai ët Jors d'Ësnive", n'artista campanhin dar post que coun i sœ travai à savù fërmâ ënt ar bosc i coze caraterìstique / particulare dar paìs ët Roubilant: l'atacamënt a la mùzica, pi que tut a l'Armònic, ai bai dla tradisioun (courente e balèt) e l'uzage dar bosc travaià ën manere dëvariê.
Ou muzéou coumunal, acamin, dl'Armònic, dla Mùzica e dl'Art Popoulara, butà ar përsipi dar përcours l'é ënloura ën pountou ët partensa da rimarcâ për la caminada.
Dinta ar librèt i é la mapa dar vir / dla gira, coun ou dëslivel presapoc ët 500 metre, da fâ su ët na via batua e frëgâ , tra arbou e teit, que porta a Ësnive, ounda ës véguën i cazei ët Giorgio Bertaina (Jors d'Ësnive - Roubilant 1902 - 1976), propi ben aranjâ da na dita privâ.
I pàgine que i é apres soun ët rimarque a la coultura, ai tradisioun, a la conoumìa, ai përsoune que àn garpinà e rëndù vìou ou përcours: soun i noste rîs, que mincatant vénën a soure dar caoùn dar viasœl.
Parèi ma l'anima founga di nœsti arcort, ëstacà ar fil dar viasœl: bon viage!
Mario Dalmàs
(en grafia Escòlo dòu Po)