Portal d’Occitània    Letteratura occitana

Oreste Rey - S’u chantä

S’u chantä

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa

italiano

L’inno occitano nel patois di Salbertrand

Se canta

Davanti alla mia finestra c’è un uccellino,

tutta la notte canta, canta la sua canzone.

Se canta, che canti, non canta per me

canta per il mio amore che è lontano da me.

Quelle montagne che sono tanto alte

non mi lasciano vedere dove sono i miei amori.

Abbassatevi montagne, alzatevi pianure

perché io possa vedere dove sono i miei amori.


occitan

Deran ‘d ma fenêträ la lh’à n’üslin,

tuttä lä nöü u chantä, u chantä sa chansun.

S’u chantä k’u chante, u chantä pa pär mi

u chantä pär mun amur k’u l’î alön da mi.

K’la muntannha k’la sun tan outa

la m’leisan pa veiȓë ‘nt’i sun mun-z-amur.

Abeisòu muntännha alvòu planüȓa

parké a pöcchë veiȓë ‘n t’i sun mun-z-amur.314