italiano

Ha avuto una buona idea Sergio Berardo di mettere insieme 39 brani musicali scelti da registrazioni di 39 gruppi di musica occitana per la realizzazione di un doppio CD compilation che servisse da sostegno per il giornale Ousitanio Vivo che, come tutte le attività ed iniziative culturali, soffre della diminuzione se non dell’assenza del sostegno dei contributi pubblici (Regione Piemonte) e dell’aumento dei costi: tipografia e tariffe postali in continua lievitazione. Io ne so qualcosa perché sono stato uno dei fondatori (era il 1974) di Ousitanio Vivo e per anni ho lavorato per la sua uscita ogni mese (impossibile all’inizio per penurie finanziarie) e bisogna riconoscerlo, quel giornale ha tenuto duro grazie alla tenacia, lavoro e sacrificio di qualcuno: dalle 4 pagine iniziali è giunto ora a 10 pagine, ha raggiunto e mantenuto la periodicità mensile, si è rinnovato, ha visto aumentati i suoi collaboratori, ha degli abbonati, è presente nel territorio delle Valli occitane in vari punti vendita, è in definitiva il solo giornale occitano (delle Valli) mensile, a stampa che è riuscito a sopravvivere. Forse sul giornale la nostra lingua d’òc è ancora troppo scarsamente presente, ma non si può pretendere tutto.

A parte il valore ideale dell’iniziativa, bisogna dire che “Ensemo per Ousitanio Vivo” ha un altro grosso merito: rappresentare la prima piccola antologia della musica occitana delle nostre valli col contributo di qualche gruppo dell’Occitania d’oltralpe, quella più vicina a noi, la Provenza.

Il mio (e quello della Chambra d’Òc) è un sincero augurio che questa iniziativa editoriale porti un sostanziale beneficio al giornale, gli permetta di continuare a vivere ed a crescere, anche se, e lo riscontriamo nella nostra attività come Chambra d’Òc, la diffusione di CD, libri e altri prodotti editoriali, abbia subito un calo di vendita considerevole perché la gente soffre le ristrettezze economiche del momento e risparmia. Sono certo comunque che molti avranno coscienza dell’importanza dell’iniziativa e saranno generosi.

Naturalmente è un’edizione Ousitanio Vivo.