Enti in rete L.482/99   

Ostana

Ostana

Ostana
italiano Il comune dell’alta valle Po sorge a 1282 metri di altitudine; è formato da 15 borgate, tra cui Villa (capoluogo), Ciampetti, San Bernardo, San Antonio, Miridò, Serre, Ciampagna, e conta circa 70 residenti. Chiamata anticamente anche Austana, Aostana, Autana, Ottana, Hostana ed Augustana, il toponimo potrebbe derivare da ostare in riferimento ai due caproni che si ostavano sull’antico stemma araldico, oppure da augustana, in riferimento ad Augusto o al mese di agosto. Ostana è stata recentemente nominata uno dei “borghi più belli d’Italia”.
Nel XIV secolo il paese fu feudo degli Enganna consignori di Barge, dei marchesi Del Carretto e del figlio del marchese Tommaso II, Azzone Saluzzo: grazie a quest’ultima signoria Ostana vedrà nel 1425 la nascita dei propri statuti. La religione valdese che si era diffusa in valle Po presumibilmente interessò anche il territorio di Ostana, infatti è probabilmente di quel periodo la maniera di chiamare la borgata Bernardi Ruà cristiana, in contrapposizione alla frazione Miri Brart, detta Ebréou, (il luogo ebreo) poiché vi vivevano numerosi valdesi. Sono molte le cappelle dislocate nel comune, fra cui la cappella di San Nicolao in borgata Bernardi, sede della prima parrocchia di Ostana, che nel periodo della peste sarebbe stata usata come lazzaretto. Il paese è anche ricco di piloni votivi; curiosi il pilone sul cui tetto è collocata la crouç da Pouzëtto ricavata da un unico blocco di pietra e il pilone d’Ënrune costruito su un cumulo di rocce da un viandante rimasto incolume da un incidente.
Ambienti del vivere quotidiano della comunità ostanese dei secoli scorsi sono ricostruiti nel museo civico etnografico sito nell’antico palazzo comunale; all’interno sono inoltre presenti copia degli statuti di Ostana e fotografie.
Nell’Ottocento era abitudine l’emigrazione stagionale per la pettinatura della canapa, nel secondo dopoguerra invece il flusso migratorio, diretto in particolar modo verso la pianura, si trasformò in uno spostamento definitivo.
Molte delle antiche strade di Ostana che collegavano le varie frazioni e borgate, grazie ad interventi di ripristino e pulizia, sono oggi percorribili dagli escursionisti.

occitan OSTANA
La comuna de l’auta val Pò se tròba a 1282 metres d’autessa; es formaa da 15 ruaas, coma Vila (cap luòc), Champet, Sant Bernard, Sant Antòni, Miridò, Serras, Champanha, e fai 70 residents. Chamaa anticament decò Austana, Aostana, Autana, Ottana, Hostana e Augustana, lo topònim poleria venir da ostare en relacion ai dui bocs que s’encornavon sus l’antic estema araldic, o da augustana, en relacion a Augusto o al mes d’agost. Ostana es estaa darrierament nominaa un di “borgs pus bels d’Italia”.
Ental XIV secle lo paìs era feude de lhi Enganna co-senhors de Barge, di marqués Del Carretto e del filh del marqués Tommaso II, Azzone Saluzzo: gracias a n’aquesta darriera senhoria Ostana ental 1425 obten lhi sius estatuts. La religion valdesa presenta en val Pò enteressa esquasi segurament decò lo territòri d’Ostana, de fach remonta an’aquelhi temps la costuma de chamar la ruaa Bernard Ruaa cristiana, en oposicion a la fracion Miri Brart, dicha Ebrèu, (lo pòst ebrèu) perquè abitaa da nombrós valdés. Son nombrosas las chapèlas de la comuna: la chapèla de Sant Nicolau en ruaa Bernard, premièra parròquia d’Ostana, al temp de la pest seria estaa adobraa coma lazaret. Lo paìs es decò ric de pilons; son curiós lo pilon qu’a sal cubèrt la crotz d’la Pauseta ricavaa da un solet blòc de peira e lo pilon d’Enronas construit s’na cucha d’ròchas da un viandant que s’era salvat da un incident.
Ambients quotidians de la popolacion en lhi secles passats son presentats ental musèu civic etnografic en l’antic palais comunal, ente se tròbon decò la còpia de lhi estatuts d’Ostana e fotografias.
Ente l’Uech Cents era frequenta l’emigracion estagionala per penchenar lo charbo, mas aprés la seconda guerra mondiala l’emigracion, sustot vers la planura, deven definitiva.
Nombrós antics viòls d’Ostana que junhion fracions e ruaas, darrierament neteats, son encuei praticables da lhi excursionistas.