Enti in rete L.482/99   

A Ostana più che i lupi temiamo gli sciacalli

A Ostana mai que lhi lops temem lhi chacals

Le offerte per Bruno Ferrato sono raccolte presso la “Galaberna”, “i Faunet”, l’agriturismo “A notro mizoun”.

A Ostana più che i lupi temiamo gli sciacalli
italiano

In Ostana è in corso da anni un difficile lavoro dell’Amministrazione per ridare consistenza numerica e qualitativa alla comunità, che cresce in funzione di uno sviluppo economico che dia modo agli abitanti di vivere in montagna con dignità in un clima di solidarietà e sostenibilità.

E così, ricordando i tempi nei quali l’agricoltura aveva un’importanza fondamentale per la sopravvivenza del paese, si sta ritentando, con qualche successo, di alleviare il degrado ambientale del territorio incoraggiando le persone che hanno scelto di fare gli antichi mestieri: agricoltura e pastorizia in particolare.

Tra le persone che ci credono c’è Bruno Ferrato, che ha nel sangue il mestiere di margaro e che da qualche anno sale ad Ostana con i suoi animali a vivere il periodo degli alpeggi. Grazie all’intraprendenza e all’apertura mentale di Bruno (che ha fatto i corsi di margaro a Moretta) ad Ostana è ora prodotta La toummo dal Sère, un formaggio prodotto in tomette di quasi due kg. Si sa che la vita del margaro non è facile e il tempo può condizionare il successo di un anno di lavoro.

Il nuovo formaggio di anno in anno è sempre più apprezzato, anche se venduto ad un prezzo più alto delle tradizionali tome, avendo un’assicurazione di qualità certificata dal Comune, che appone una particolare stampigliatura sulle forme (numerate a garanzia del prodotto). La stagione è alla fine e a Bruno erano rimaste una trentina di forme già quasi tutte vendute ( alcune già pagate in fase di prenotazione).

Ieri mattina Bruno ha avuto la brutta sorpresa di trovare l’ingresso del caseificio forzato e di formaggi neanche l’ombra. Per la verità i ladri, veri intenditori.... hanno lasciato alcune forme scartate da Bruno in quanto non perfettamente riuscite. Per Bruno, che non ha per ora una grossa mandria (ma la sta crescendo anno per anno) questo furto è un grande danno economico (senza contare l’aspetto umano dell’offesa alle proprie fatiche..) e la comunità ha reagito.

E’ iniziata una catena di solidarietà e si stanno raccogliendo offerte per indennizzare e incoraggiare Bruno affinché non si perda d’animo. Un affettuoso invito ad andare avanti. I meno giovani ricorderanno che, non troppo tempo indietro, se per caso una vacca moriva per qualche disgrazia, tutti andavano a comprare un pezzo di carne (la carne era un lusso in montagna e non era usuale a tavola) in modo che la famiglia che aveva subito la disgrazia potesse comprare un nuovo bovino.

Solidarietà di ieri che fortunatamente si ripete oggi.

Le offerte sono raccolte presso la “Galaberna”, “i Faunet”, l’agriturismo “A notro mizoun”.

occitan

A Ostana despuei d’ans es en cors un difícil trabalh d’administracion per donar mai de consistença numérica e qualitativa a la comunitat, que creis en foncion d’un desvolopament econòmic que done la possibilitat a lhi abitants de viure en montanha abo dignitat dins un clima de solidarietat e sostenibilitat.

E parelh, en recordamt lhi temp ente l’agricultura avia un’importança fondamentala per la sobrevivença dal país, s’ista temptant mai, abo qualque succès, de diminuïr lo degrad ambiental dal territòri en encoratjant las personas que an cernut de far lhi vielhs mestiers: agricultura e pastorícia en particular.

Entre las personas que lhi creon lhi a Bruno Ferrato, que a dins lo sang lo mestier de margueir e que da qualque an monta a Ostana abo sas bèstias a viure lo períod di alpatges. Gràcias a l’entreprenença e a la dubertura mentala de Bruno (que a fach lhi cors de marguier a Moreta) a Ostana aüra se produi la Toummo dal Sère, un formatge produch en tometas d’esquasi dui quilos. Se sa que la vita dal marguier es pas fàcila e que lo temp pòl condicionar lo succès d’un an de trabalh.

Lo nòu formatge de an en an es sempre pus apreciat, bèla se vendut a un prètz pus aut des tomas tradicionalas, en avent un’asseguracion de qualitat certificaa da la Comuna, que buta una marca particulara sus las formas (numeraas a garancia dal produch). La sason es a la fin e a Bruno eron restaas una trentena de formas já esquasi totas venduas (qualqu’unas já pagaas en fasa de reservacion).

Ier matin Bruno a agut la marria sorpresa de trobar l’intrada dal caseifici forçaa e de formatges nimanc l’ombra. Per la veritat lhi ladres, de vers entenditors... an laissat qualquas formas escartaas da Bruno en estant qu’eron pas reüssias perfectament. Per Bruno, que per aüra a pas un gròs tropèl ( mas l’ista creissent an per an) aqueste raubalici es un gròs dan econòmic (sensa comptar l’aspèct uman de l’ofensa a sas fatigas...) e la comunitat a reagit.

Es començaa una chaena de solidarietat e s’iston recuelhent d’ofèrtas per indemnizar e encoratjar Bruno per que pèrde pas coratge. Un grinós envit a anar anant. Lhi menc joves rementarèn que, fai pas tant de temp, quora una vacha muria per qualque desgràcia tuchi anavon achatar un tòc de charn (la charn era un lux en montanha e era pas usuala a taula) de maniera que la familha que avia subit la desgràcia polesse achatar un nòu vèel. Una solidarietat d’ier que aürosament se repet encuei.

Las son ofèrtas culhias a La Galabèrna, I Faunet e l’agritorisme A Notro Mizoun.