Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2016

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n.161 Novembre 2016

Il 15 novembre 2016 il PEN dedica questa giornata agli scrittori , giornalisti e artisti perseguitati e assassinati

Lo 15 de Novembre 2016 lo PEN dedica aquesta jornaa a tuchi lhi escriveires, jornalistas e artistas persecutas e assassinas

A cura del PEN internazionale

Il 15 novembre 2016 il PEN dedica questa giornata agli scrittori , giornalisti e artisti perseguitati e assassinati
italiano

In occasione della giornata del Pen Internazionale dello Scrittore in Prigione, il 15 novembre 2016, il Comitato degli Scrittori in Prigione esprime la sua preoccupazione sulla repressione impunita contro la libertà di espressione, la libertà di stampa e la libertà di creatività artistica.Centinaia di scrittori, giornalisti, bloggher e artisti sono stati attaccati durante questi 12 mesi. Alcuni sono stati assassinati o sono scomparsi. La morte di Anna Politkoskaya è tuttora impunita, 10 anni dopo.

In occasione del congresso del PEN internazionale riunito il settembre scorso a Ourense, in Galizia, Spagna, una decina di risoluzioni adottate hanno tracciato un bilancio ancora insufficente e parziale. In verità, la lista dei paesi ad alto rischio per la letteratura e la libertà di espressione e di opinione resta non esaustiva.

Con 10 morti e un gran numero di feriti , l’Afganistan vive nel 2016 l’anno più sanguinoso per i professionisti dei media, per gli scrittori e intellettuali. In Bangadesh, vige una impunità flagrante per l’omicidio di editori, bloggher, .universitari, attivisti della società civile e religiosi delle minoranze. Cuba non smette di perseguitare e arrestare giornalisti, scrittori e bloggher per reato d’opinione.

In Egitto un numero inquietante di scrittori e giornalisti sono stati perseguitati o imprigionati per aver esercitato il loro diritto alla libertà d’espressione, alla libertà di stampa, o alla creatività artistica. In Eritrea non esistono canali indipendenti da 15 anni. Avvengono arresti arbitrati sistematici, sparizioni violente e esecuzioni extragiudiziali. 17 giornalisti sono stati vittime di sparizioni forzate, tra cui Dawit Isaak, giornalista, drammaturgo, poeta svedese-eritreo, detenuto dal settembre 2001.

occitan

En ocasion de la Jornada dal PEN Internacional de l’Escriveire en Preison, lo 15 de novembre 2016, lo Comitat de lhi Escriveires en Preison exprim sa preocupacion sus la repression impunia còntra la libertat d’expression, la libertat d’estampa e la libertat de creativitat artística. De centenas d’escriveires, jornalista, bloggers e artistasson estats atacats enti darriers 12 mes. D’uns son estatsassassinatso son despareissuts. La mòrt de Anna Politkoskaya es encar impunia, 10 ans après.

En ocasion dal congrès dal PEN interncional rechampat lo setembre passat a Ourense, en Galícia (Espanha), una dezena de resoluions adoptaas an traçat un bilanç encar insufisent e parcial. En veritat la lista di país a aut risc per la literatura e la libertat d’expression e d’opinion rèsta non exaustiva.

Abo dètz mòrts e un gran numre de ferits, l’Afganistan viu ental 2016 l’an pus sanguinós per lhi professionista di mèdias, per lhi escriveires e intellectuals. En Bangladesh es en vigor un’impunitat flagranta per l’assassini d’editors, bloggers, universitaris, activistas de la societat civila e de religiós des minoranças. Cuba quita pas de persecutar lhi jornalistas, lhi escriveires e lhi bloggers per delit d’opinion.

En Egipt un numre inquietant d’escriveires e jornalistas son estats persecutats o empresionats per aver exercitat lor drech a la libertat d’expression, a la libertat d’estampa, o a la creativitat artística. En Eritrea existon pas de canals indipendent despuei 15 ans. Avenon d’arrèsts arbitraris sistemàtics, de desparcions violentas e d’execucions extrajudicialas. 17 jornalistas son restats víctimas de desparicions forçaas, dont Dawit Isaak, jornalista, dramaturg, poèta esvedés-eritreu, detengut dal setembre 2001.


Condividi