Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2016

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n.152 Genoier 2016

Uncem Nazionale: ricomposizione fondiaria, grave problema per la montagna, azzerate le imposte

Uncem Nacional: recompsicin fonsiera, un grau problèma per la montanha, azerats lhi empòsts

la frammentazione non agevola chi vuole fare impresa nelle aree montane

Uncem Nazionale: ricomposizione fondiaria, grave problema per la montagna, azzerate le imposte
italiano

On. Borghi: “Grazie alla legge di stabilità, una spinta necessaria per superare la frammentazione, grave problema nelle aree montane”. Tutti gli atti ed i provvedimenti emanati in esecuzione di piani di ricomposizione e di riordino fondiario promossi dagli enti territoriali (Regioni, Province, Comuni e Comunità montane) vengono esentati dall’imposta di registro, dall’imposta di bollo e dalle imposte ipocatastali.

C'è anche questo nella Legge di stabilità 2016, varata a fine anno dal Parlamento. Il provvedimento completa il capitolo agricoltura, ricco di misure per agevolare il settore, di certo trainante per il Paese e in particolare per moltissime Regioni tra le quali il Piemonte. Esentate da Irap le imprese agricole, eliminata l'Imu sui terreni agricoli in montagna e in collina, istituito un fondo per macchine e trattori agricoli forestali che inquinano meno, istituito un altro fondo incentivi per l’assunzione dei giovani lavoratori agricoli di 8,3 milioni per il 2016, 7,9 milioni per il 2017 e 8 milioni per il 2018.

"Si tratta di misure molto importanti - evidenzia l'on. Enrico Borghi, presidente dell'Intergruppo parlamentare per lo Sviluppo della Montagna e presidente Uncem - Sottolineo in particolare quella legata all'azzeramento delle imposte per i piani di ricomposizione e riordino fondiario promossi dagli enti locali. Le Alpi occidentali sono caratterizzate da un'altissima frammentazione delle proprietà agricole e forestali, con appezzamenti di dimensione molto inferiori all'ettaro, di più proprietari, in alcuni casi già deceduti. Molto spesso, nel corso degli ultimi cinque decenni non sono state avviate le pratiche per le successioni tra generazioni in quanto troppo esose, a volte più costose del valore stesso del fondo". 

L'azzeramento delle imposte getta le basi per una nuova serie di piani di ricomposizione che dovranno essere ulteriormente incentivati, anche con precise norme che ogni Regione potrà varare. Il Piemonte sta ad esempio lavorando a un ddl che riconosce e incentiva le 'associazioni fondiarie' esistenti: finora sono una decina in altrettanti Comuni montani.

"Tutti gli indicatori economici ci confermano la crescita delle imprese agricole - continua Borghi - Molte nel 2015 le nuove registrazioni, in particolare da parte di giovani che hanno riscoperto il fascino dei mestieri legati alle produzioni agricole di qualità, alla loro trasformazione e vendita attraverso tutti i canali, compreso l'e-commerce. Ma si parte dalla terra. E la frammentazione non agevola chi vuole fare impresa nelle aree montane. Gli enti locali ora dovranno fare la loro parte. E così il Parlamento. 

occitan

On. Borghi: “Gràcias a la lei d’estabilitat, una possaa necessàrria per sobrar la fragmentacion, un grau problèma dins lhi airals de montanha”. Tuchi lhi acts e lhi provediments emanats en execucion di plans de recomposicion fonsiera e de reorganizacion fonsiera promoguts da lhi organismes territorials (Regions, Províncias, Comunas e Comunitats Montanas) venon exemptats da lhi empòst de registre, da l’empòst de bol e da lhi empòsts ipocastals.

Lhi a decò aiçò dins la Lei d’estabilitat dal 2016, lançaa a la fin de l’an dal parlament. Lo provedment completa lo capítol agricultura, ric de mesuras per aisiar lo sector, certament traïnant per lo País e en particular per un maron de Regions entre las qualas lo Piemont. Exemptaas da l’Irap las empresas agrícolas, eliminaa l’Imu sus lhi terrens agrícols en montanha e en colina, instituït un fons per de màquinas e de tractors agrícols forestals menc polluants, instituït un autre fons-prèmis per l’engatjament de joves trabalhaires agrícols de 8,3 milions per l 2016, 7,9 milions per lo 2017 e 8 milins per lo 2018.

Se tracta de mesuras ben importantas – evidéncia l’on. Enrico Borghi, president de l’Intergrop parlamentar per lo Desvolopament de la Montanha e president de l’Uncem – Remarco en particular aquela liaa a l’azerament di empòst per lhi plans de recomposicion fonsiera e la reorganizacion fonsiera promoguts da lhi organismes locals. Las Alps occidentalas son caracterizaas da un’autíssima fragmentacion des proprietats agrícolas e forestalas, embe de pèças de terren de dimensions tròp inferiras a l’ectar, de mai de proprietaris, d’uns já deceduts. Ben sovent, enti darries cincant’ans son estaas aviaa de pràcticas per las successions entre generacions perqué tròp costosas, de bòts que lhi a mai costosas de la valor mesma dal fons”.

L’azerament di empòsts geta las basas per una nòva seria de plans de recomposicion que deurèn èsser encara ajuats, bèla se embe de precisas nòrmas que chasque Region polerè lançar. Lo Piemont, per exèmple, ista trabalhant a un ddl que reconois e ajua las associacions fonsieras existentas: fins aüra son una desena en altretantas comunas de montanha.

Tuchi lhi indicators econ`mics nos confèrmon la creissua des empresas agrícolas – contúnia Borghi – Son tantas ental 2015 las registracions, en particular da part de joves qu’an mai descubèrt l’enchantament di mestiers liaas a las produccions agrícolas de qualitat, a lor transformacion e venda a travèrs tuchi lhi canals, comprés l e-commerce. Mas se part da la tèrra. E la fragmentacion aisia pas qui vòl far d’empresa dins lhi airals de montanha. Lhi organismes locals deurèn far lor part. E parelh lo Parlament.


Condividi