Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2016

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n.152 Genoier 2016

Ostana: rinascita di un borgo alpino
Conferito al Sindaco Giacomo Lombardo il Premio “Angelo Vassallo”

Ostana: renaissença d’un borg alpin
Conferit al séndic Giacomo Lombardo lo Prèmi “Angelo Vassallo”

di Ines Cavalcanti

Ostana: rinascita di un borgo alpino Conferito al Sindaco Giacomo Lombardo il Premio “Angelo Vassallo”
italiano

Angelo Vassallo lo hanno denominato “il Sindaco della bella politica”. A lui è dedicato un premio che ogni anno viene conferito ad un Comune che si è distinto per la sia azione a favore del territorio. “Rispetto dell’ambiente e della legalità. Queste sono le risorse del domani per la costruzione di una nuova felicità e per una nuova economia”, questo era uno dei cardini del suo pensiero.

Il Premio , promosso da Legaambiente, dal Comune di Pollica e dall’Anci, è stato conferito al Sindaco di Ostana Giacomo Lombardo con la seguente motivazione: “Per il progetto di rinascita del borgo alpino incentrato sulla partecipazione della comunità, la rigenerazione del borgo, l’innovazione energetica, il rilancio dell’agricoltura di montagna e la valorizzazione dell’ identità occitana in un’ottica di sviluppo sostenibile e durevole”.

Al ritiro del Premio il Sindaco ha voluto sottolineare alcuni passaggi considerati da lui importanti per il cammino verso la rinascita di Ostana.

E’ partito dal racconto dell’esodo che da 1200 abitanti degli anni 20 è arrivato verso gli anni 70/80 a 5 abitanti invernali. Ha parlato dell’attaccamento della gente di Ostana al proprio paese e la propria comunità, che nel tempo non si è mai affievolito e che è dimostrato dal recupero delle vecchie baite fatto con attenzione alla ricerca del bello e l’amore per il mantenimento del paesaggio alpino.

E’ nel 1985 che è iniziato il sogno di rinascita di Ostana, che era ed è tuttora ridare vita ad un paese dove per mille anni padri e madri avevano lavorato duramente ma onestamente per crescere le loro famiglie; dove la solidarietà, la generosità, l’eguaglianza dei diritti erano la legge vigente: gli stessi valori dei trovatori che poetavano in occitano nell’alto medioevo, quando questa era la lingua colta d’Europa. Una nazione mai stata stato.

Le scelte fatte in quegli anni andavano decisamente controcorrente e riguardavano

  • la valorizzazione della nostra cultura occitana

  • il recupero armonioso e tradizionale del nostro patrimonio architettonico

  • la salvaguardia dell’ambiente

  • il lavoro di ricerca e di documentazione della civiltà contadina

In un momento nel quale in montagna nascevano palazzoni di cemento, a Ostana ristrutturavano modestamente le loro case mantenendo le caratteristiche dell’architettura alpina. Venivano presi in giro, dicevano che erano visionari e passatisti. Ma il bello porta il bello e, alla fine, hanno vinto loro ed ora, finalmente, dopo gli anni bui, hanno nuovamente una squadra di giovani che stanno scommettendo su Ostana e costruiscono li il loro futuro. Da allora non hanno mai smesso di lavorare per la comunità ed il comune ha ripreso a ripopolarsi gradualmente:

  • hanno di nuovo dei bambini che corrono per la montagna

  • a gennaio nascerà un bimbo concepito MADE IN OSTANA dopo oltre 40 anni

  • hanno quattro esercizi pubblici (per anni sono restati senza e per qualche anno a stento ne hanno avuto soltanto uno)

  • i “dormienti”, come chiamiano loro gli abitanti stabili, sono arrivati a 41, 42 da gennaio con l’arrivo del nuovo bimbo

  • si sta formando una nuova comunità che nasce dalla “fusione” tra i “vecchi” abitanti e quelli “nuovi”

Oggi Ostana è qui a ritirare questo premio che gli fa onore ma considerandolo idealmente dovuto a TUTTI gli amministratori che, come fece ANGELO VASSALLO, lavorano onestamente per le proprie comunità e per i loro paesi con quei sentimenti che Papa Francesco sovente cita tra le qualità che devono animare il servizio pubblico. Amministratori che lavorano in silenzio avendone come ricompensa solo la fiducia e la stima dei propri cittadini. E per Ostana, oggi, questo premio ne è la paga più grande ed è superiore a qualsiasi emolumento e tornaconto. Peccato che non vengano presi come esempio dai media, che preferiscono chi vive di politica per proprio tornaconto e per la propria immagine. L’Italia ne avrebbe bisogno.

Ancora grazie da parte di un pescatore (di trote di montagna).

Giacomo Lombardo (a nome della comunità di Ostana) 

occitan

Angelo Vassallo l’an sonat “lo séndic de la bèla política”. A el es dedicat un prèmi que chasque an ven conferit a una Comuna que s’es distinguia per son accion a favor dal territòri. “Respèct de l’ambient e de la legalitat. Aquestats son las ressorsas dal deman per la construccion d’una nòva felicitat e per la nòva economia”, aqueste era un di nos de son pensier.

Lo Prèmi, promogut da Legambiente, da la Comuna de Pollica e da l’Anci, es estat conferit al séndic d’Ostana Giacomo Lombardo embe la seguenta motivacion: “Per lo projèct de renaissença dal borg alpin encentrat sus la particecipacion de la comunitat, la regeneracion dal borg, l’innovacion energética, lo relançament de l’agricultura de montanha e la valorizacion de l’identitat occitana dins un’òptica de desvolopament sostenible e durable”.

Al retirament dal Prèmi, lo séndic a volgut remarcar qualqui passatges considerats da el considerats imprtants per l chamin vèrs la renaissença d’Ostana.

Es partit dal racònte de l’exòde que da 1200 abitants enti ans ’20 es arribat vèrs lhi ans ‘50/’60 a 5 abitants uvernals. A parlat de l’estachament de la gent a son país e sa comunitat, que dins lo temp s’es pas jamai afeblit e que es demostrat dal recuperament des vielhas granjas menat embe atencion a la recèrcha dal bèl e l’amor per lo manteniment dal païsatge alpin.

Es dins lo 1985 qu’es començat lo sumi de renaissença d’Ostana, qu’era e es encara reviscolar un país ente per de miliers d’ans de paires e maires avion trabalhat durament e onestament per crèisser lors familhas; ente la solidarietat, la generositat, l’eigalitat di drechs eron la lei en vigor: las mesmas valors di trobadors que petavon en occitan de l’aut Atge Mesan, quora aquesta era la lenga sabenta d’Euròpa. Una nacion pas jamai vengua un’estat.

Las chausias fachas ente aquilhi ans anavon decisament contracorrent e regardavon:

  • la valorizacion de la nòstra cultura occitana

  • lo recuperament armonióss e tradicional de nòstre patrimòni arquitectònic

  • la salvagarda de l’ambient

  • lo trabalh de recèrcha e de documentacion de la civiltat païsana

Dins un moment ente en montanha naisson de gròs palais de ciment, a Ostana restructuravon modestament lors maisons en gardant las características de l’arquitectura alpina. Venion enriüts, dision q’eron de visionaris e de passatistas. Mas lo bèl mena lo bèl e, sus la fin, an ganhat ilhs, parelh que finalament, après d’ans escurs, an torna un’equipa de joves que son en tren d’escométer sus Ostana e bastisson lor futur. D’enlora an pas jamai quitat de trabalhar per la comunitat e la comuna plan planet a començat mai a se repoplar:

  • an torna de mainaas que corron per la montanha

  • a genoier naisserè un filhet concebut MADE IN OSTANA après passa 40 ans

  • an quatre exercicis públics (per d’ans son restats sensa e per qualque an a pro pena n’an agut ren que un);

  • lhi “durmeires”, come ilhs sonon lhi abitants estables, sono arribats a 41, 42 da genoier embe l’arribaa d’un nòu filhet.

  • s’ista formant una nòva comunitat que nais da la “fusion” entre lhi “vielhs” abitants e aquilhi “novèls”

Encuei ostana es aicí a retirar aqueste prèmi que lhi fai onor, mas en lo considerant idealament degut a tuchi lhi administrators que, coma a fach Angelo Vassallo, trabalhon onestament per lors comunitats e lors país embe aquilhi sentiments que Papa Francèsc sovent cita entre las qualitats que devon animar lo servici públic. D’administrators qu’encuei trabalhons en silenci en recebent coma recompensa ren que l’estima e la confiança di lors citadins. E per Ostana, encuei, aqueste prèmi n’es la paga pus granda e superiora a qual se sie emolument e profit. Dalmatge que venen pas pres coma exèmples dai mèdias, que preferisson qui viu de política per son avantatge e son image. L’Itàlia n’auria da manca.

Encara gràcias da un peschaor ( de trutas de montanha)

Giacomo Lombardo (a nom de la comunitat d’Ostana)


Condividi