Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2013

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n.129 Novembre 2013

TGR Montagne: una voce per le Terre Alte - La voce delle lingue mioritarie potrebbe trovare una sua collocazione?

TGR Montanhas: una vòutz per las Tèrras Autas  - La vòutz de las lengas minorizadas poeria trobar una sia collocacion?

di Ines Cavalcanti

TGR Montagne: una voce per le Terre Alte - La voce delle lingue mioritarie potrebbe trovare una sua collocazione?
italiano

TGR Montagne: la voce delle Terre Alte sul servizio pubblico è da potenziare e da inserire in una migliore collocazione oraria rispetto all'attuale fascia mattutina su Rai5.

Questa la richiesta fatta questa mattina dall'on. Enrico Borghi, presidente dell'intergruppo

parlamentare per lo sviluppo della Montagna, in un documento inviato alla presidente della Rai Anna Maria Tarantola, al direttore generale Luigi Cubitosi, al sottosegretario all'Editoria Giovanni Legnini e al caporedattore del Tgr Vincenzo Morgante, che a Torino produce la trasmissione nata nel 2005 e da sempre attenta alle istanze delle Terre Alte italiane.

"Tgr Montagne - spiega Borghi - da un mese è stata spostata da Rai2 a Rai5, dove va in onda tutti i venerdì alle 12,15. In otto anni, la trasmissione è riuscita a conquistare un pubblico sempre più vasto di telespettatori e sappiamo essere in crescita quanti seguono la trasmissione sul canale internet del servizio pubblico. La rubrica ha saputo unire le esigenze del territorio alle voci di tanti protagonisti, come gli amministratori, le associazioni, i gruppi, che hanno il fulcro della loro azione nello sviluppo e nella promozione delle Terre Alte".

Secondo l'on. Borghi è necessario uno sviluppo e una migliore collocazione della trasmissione, da far tornare su una delle tre reti ammiraglie. "Questa scelta, che sottopongo ai più alti dirigenti Rai, condivisa da molti colleghi Parlamentari e da associazioni come Cai, Cipra, Uncem – prosegue Enrico Borghi - garantirebbe per la montagna e le zone rurali una strategia di comunicazione sul servizio pubblico, moderna, di respiro internazionale e aperta all’innovazione. Raccontare a centinaia di migliaia di persone la montagna, può sicuramente unire maggiormente quanti vivono nell'arco alpino e nell'Appennino, a quanti vivono in città e nelle aree urbane, ma anche ai molti turisti che scelgono la montagna per sport, svago, divertimento, relax".

Nell'evidenziare l'alta professionalità dei giornalisti e di tutte le figure della redazione e del centro di produzione Rai di Torino, Borghi auspica un incontro a breve con il direttore generale Cubitosi. "E' importante poter fare le migliori scelte per l'informazione e l'intrattenimento, che siano inclusive e capaci di raggiungere tutte le porzioni di territorio del Paese. Proprio come Tgr Montagne ha fatto e può continuare a fare, con passione e crescenti risultati di pubblico".

Iniziariva senz’altro lodevole quella dell’On Borghi alla quale aggiungiamo la nostra voce per quanto riguarda le lingue delle minoranze liguistiche storiche tra le quali quella occitana che rappresentiamo come Associaizone Chambra d’Òc. Ad oggi il servizio pubblico della Rai non si sta occupando per nulla delle lingue minoritarie e, visto che moltissime aree di minoranza sono collocate in territori di montagna, perché non proporre che si tenga conto nella trasmissione di TGR Montagne di questo fatto? Ogni volta avere un servizio in lingua minoritaria dedicato ad un’area di montagna corrispondente credo che potrebbe essere facilmente attuabile. Teniamo inoltre conto che le nostre lingue sono spesso a cavallo delle Alpi e rappresentano una cerniera a livello europeo. 

occitan

TGR Montanhas: la vòutz de las Tèrras Autas sus lo servici públic es da afortir e da localizar dins un orari melhor que aquel de la matinada de Rai5.

Es aquesta la demanda que a fach lo deputat Enrico Borghi, president de l'intergrop parlamentar per lo desvolopament de la Montanha, dins un document inviat a la presidenta de la Rai Anna Maria Tarantola, al director general Luigi Cubitosi, al sot segretari a l'Editoria Giovanni Legnini e al cap redactor del Tgr Vincenzo Morgante, que a Turin realiza la transmission naissua ental 2005 e da sempre sensibla ai besonh de las Tèrras Autas italianas.

TGR Montanhas – ditz Borghi – fai un mes qu’es estaa meiraa da Rai2 a Rai5, ente vai en onda tuchi lhi venres a12,15. En uech ans, la transmission es arribaa a ganhar un públic de mai en mai consistent e creisson aquilhi que l’agachon sus lo canal internet dal servici públic. Aquela transmission a sabut jonher las exigenças dal territòri a las vòutz di protagonistas: administrators, associacions, grops, que trabalhon per lo desvolopament e la promocion de las Tèrras Autas”.

Secon l’on. Borghi es necessari un potenciament e una collocacion melhora per la trasmission abo son retorn su un di canals majors. “Aquesta chausia, que fau present ai mai auts dirigents Rai, tròba d’acòrdi pas mal de Parlamentars e d’associacions coma lo Cai,Cipra, Uncem e donaria a la montanha e las zònas ruralas un instrument de comunicacion sus lo servici públic, avançat, modèrn e de portaa internacionala. Contar la montanha a de mila personas sierv segurament a liar aquilhi que sus las montanhas vivon e aquilhi que vivon dins las vilas e la plana, mas tanben a un baron de toristas que sus la montanha fan d’espòrt, d’amusament, de repaus”.

L’on. Borghi remarca l’auta professionalitat di jornalistas e operators de la transmission e fai cònte que fito pòsse aver un rescontre abo lo director general Cubitosi. “Es important de far las chausias mai bònas per l’informacion e l’entrateniment, que siebon pluralistas e bònas d’arribar d’en pertot. Tgr Montanhas es un exemple”.

Nosautres disem qu’aquela dal deputat Borghi es una bòna iniciativa e jontem nòstra vòutz per çò que regarda las minoranças de lenga coma aquela occitana que rapresentem coma Chambra d’Òc. Fins aüra lo servici públic s’es pas ocupat de las lengas minorizadas e vist que bòna part de las zònas de minoranças de lenga son en montanha, valeria la pena de veire tractar aquela question dins la trasmission Tgr Montanhas. Seria agradiu e de bèl far de donar un espaci a la lenga dal territòri quora én parla d’una montanha. Chal tenir cònte que mai qu’una lenga minorizada se tròba a las bòinas de l’estat e fan da liam per una vera Euròpa.


Condividi