Enti in rete L.482/99   

Lou petseut dl’a mountanha in col - XLVI° Concours Cerlogne

Li travalh da aoutreus familheus

I lavori presso altre famiglie

Tipologia file: testo FRP
Tipologia testo: ricerca scolastica
Grafia testo frp: Genre
Data Pubblicazione: A.S. 2007/2008
Fonte: Lou petseut dl’a mountanha in col - XLVI° Concours Cerlogne
Autore: Scuola Elementare di Giaglione classi III-IV-V
Luogo:
-di provenienza dell'autore del testo frp: Giaglione

franco-provenzale

Li petseut souveun travathavoun da aoutres familheus.

Li Pařeun damandavoun de peiè coumanse l’èicola pi tard, ai premie de outobro per pèiè livree li travalh an mountanha.

Caze tot li mèina de tsoutèin alavoun intsan a le betieus, fee è chouevreus an mountanha.

Carcol venioun pagaa, carcool li vitioun ou lou dounavoun de toumò è lou pi li mantenioun.

D'outouin s 'alave an campanha arbatée tartifleus, tsatinheus, nouèizeus e poumeus.

Le petsiteus alavoun da sarventa o a varde li pi petseut.

italiano

I bambini dai sette agli undici anni spesso svolgevano lavori presso altre famiglie. Alcuni genitori chiedevano l’autorizzazione per posticipare l’inizio della scuola a novembre anziché ai primi di ottobre per permettere ai loro figli di aiutarli nel lavoro in campagna e in montagna. Alcuni bambini d'estate si recavano a pascolare mucche, capre e pecore negli alpeggi in alta montagna. In cambio ricevevano formaggio, qualche vestito, talvolta del denaro oppure solo vitto e alloggio. Altri in autunno raccoglievano castagne, noci, patate, mete. Come compenso ricevevano un po' di farina e delle patate.

Le bambine svolgevano lavori come cameriere o bambinaie.