Enti in rete L.482/99   

La feta de li couscrî - XLIX° Concours Cerlogne

Doumandeus a in couscrî d'inouê

Domande ai coscritti di oggi

Tipologia file: Testo FRP
Tipologia testo: ricerca scolastica
Grafia testo frp: Genre
Data Pubblicazione: A.S. 2010/2011
Fonte: La feta de li couscrî - XLIX° Concours Cerlogne
Autore: Scuola Elementare di Giaglione classi III-IV-V
Luogo:
-di provenienza dell'autore frp: Giaglione

franco-provenzale

-Qui i ot bardzacate de li couscrî de Venoú?

-I èi carque amîs de Venoú que i an anvitame a faře feta avê loû. I èi atsetâ aquèi a Dzalhoun se pèrd la coutuma.


- Perquèi fan li couscrî?

- Aquèi êt ina coutuma que fot rispetê.


-Qui que voû diře per te faře lou couscrΠ?

-Voû diře que se fèt maque in col din la vita è te ite din la meun per deloun.


-Se peut sernî de faře lou couscr?

-Sè, se peut sernî.


-Qui peut faře lou couscrî ?

-Qui êt madzouřeun. Nouzaàoutris dou 1993 è la classe 1991.


-Sin que soun li simboul di couscrî?

-Lou foular, la bandieřa, lou bardin è li pompon. Su lou foular i ot in’ape tricouloû, lou noum dou couscrî, l’an è lou paî. Su la bandieřa êt pituřâ in astanbêc, l’èiglèiza de Venoû è in bôc meuntre su lou dařie i ot lou tricouloû.


-Le filheus fan feta quème li bot?

-Sé. An prèinsipe fezioun pa feta aquèi alàvoun pa a faře lou sourdal.


-Veiřo de dzòrt devan se coumanse a prestê la feta ?

-Aieun coumansâ a mars ma a steumbro aieun coumbinâ la feta.

 

-Canque se fèt la feta di couscrî?

-La feta lhe coumanse lou darìe vepro de l’an e lhe livre lo dzort de li Trê Rei, ànque se aieun livrâ li 5 de dzenìe.


-Aiun alâ a faře feta?

-Se vèt an dziř per Venoû è aprê se vèt a mèizoun d’in couscrî.


-Qui que se mindze?

-Mindzeun pa reun de spechal. touit li vepro se mindze a mèizoun d’in couscrî meuntre lou premìe de dzenìe seun alâ a la cantina.


-Fezî de bal è de tsansoun?

-Se bale tot la nouèt se tsàntoun de tsansoun poupoulař : Viva la leva, Fieuj come noi, Scarpettine colorate, L’occhio di vetro, La mia mama


-Perquèi bèivî tan?

Aquèi deveun pa guidê è peieun dounê da bèiře a le dzeun dou paî.


-Li couscrî van a l’èiglèiza?

-Aleun a l’èigléiza per la benedision de la bandieřa lou matin de Boun An.


-Qui que fan li couscrî din l’an ?

-A Venoûpòrtoun le stàtoueus de Sèin Blê è de Sèinta Guetó.


-Se fan de dispèt?

-Sé, li bot pi gran i an roubànos lou foular è lou bartin è per tournê avelis aieun dèivû paguê de bèiře. Canque seun intrâ lo vepro de Sèin Silvèst, i an bitanos li quèisoun de l’imondisia sin lou tsamin per ampatsènos d’alê aneun avê l’ape.

italiano

-Chi ti ha parlato dei coscritti di Venaus?

-Ho alcuni amici di Venaus che mi hanno invitato a fare festa con loro. Ho accettato anche perché a Giaglione si sta perdendo la tradizione.

-Perché si fanno i coscritti?

-Perché è una tradizione che si deve rispettare.


-Che cosa significa per te fare il coscritto?

-Significa che si fa una sola volta nella vita e vi rimane nella mente per sempre.

-Si può scegliere di fare il coscritto?

-Non è obbligatorio fare il coscritto.

-Chi può fare il coscritto ?

Chi diventa maggiorenne. Noi del 1993 e la classe 1991.


-Quali sono i simboli dei coscritti ?

-Il foulard, la bandiera, il cappello, il pompon. Sul foulard abbiamo un’ape tricolore, il nome del coscritto, l’anno e il paese. Sulla bandiera sono dipinti uno stambecco, la chiesa di Venaus e il bosco mentre sul retro c’è il tricolore.


-Le ragazze festeggiano come i ragazzi?

-Si, inizialmente non festeggiavano perché non andavano a fare il soldato.


-Quanti giorni prima si inizia a preparare la festa ?

-Abbiamo iniziato a marzo ma i veri preparativi li abbiamo cominciati verso settembre.


-Quando si festeggia la festa dei coscritti?

-La festa inizia l’ultima sera dell’anno e finisce all’Epifania anche se noi abbiamo finito il 5 gennaio.


-Dove andate a festeggiare?

-Si va in giro per Venaus e poi ci si rifugia in casa o nella taverna di un coscritto.


-Che cosa si mangia in particolare ?

-Non mangiamo nulla di particolare. Ogni sera si mangia a casa di un coscritto mentre il primo di gennaio siamo stati al ristorante.

.

-Fate dei balli? Quali canti fate’

-Si balla tutta la sera si cantano i canti popolari tra cui: Viva la lev Fieuj come noi, Scarpettine colorate, L’occhio di vetro, La mia mama.


-Perché bevete tanto?

-Perché non dobbiamo guidare e possiamo bere e dare da bere alle persone del paese.


-I coscritto per quali motivi vanno in chiesa ?

-Andiamo in chiesa per la benedizione della bandiera il mattino di Capodanno.

-Che cosa fanno i coscritti durante l’anno ?

-A Venaus portano le statue di San Biagio e Sant’Agata durante la festa patronale.


-Si fanno i dispetti?

-Si, i ragazzi più grandi ci hanno rubato il foulard e il cappello e per farceli ridare abbiamo dovuto pagar loro da bere. Quando siamo entrati la sera di San Silvestro ci hanno messo dei cassonetti dell’immondizia in mezzo alla strada per impedire di avanzare con l’ape.