Enti in rete L.482/99   

Eventi e iniziative del territorio

Seconda edizione di COURENTAMAI a Pessinetto nelle Valli di Lanzo il 7-8 maggio.
Salvate la data

Scounda edisioun ëd COURENTAMAI a Pisinai ënt ël Valadë ëd Leun a li 7-8 ëd mai Arcourdavou la data.

L’evento 2016 si connota come ·”FESTIVAL DELLA COURENTA” 
di Flavio Giacchero

Seconda edizione di COURENTAMAI a Pessinetto nelle Valli di Lanzo il 7-8 maggio.Salvate la data
italiano

Poi incomincia la festa profana, e i priori e le priore, seguiti dai suonatori e da tutta la gioventù di entrambi i sessi, vanno a ballare qualche corrente dalle persone importanti del posto, che, come si usa, gli offrono da bere. Infine vengono da me dove ballano allegramente fino a notte...”.

In questo modo il nobile piemontese Luigi Francesetti, conte di Mezzenile nonché intellettuale, politico e imprenditore, descrive una festa tradizionale a Mezzenile, nelle Valli di Lanzo, nel suo noto libro Lettres sur les Vallées de Lanzo del 1823.

Le stesse cose accadono in modo molto simile ancora oggi: non c'è festa in cui non ci siano courente, non mancano mai i suonatori, i priori sono ancora figure con un fondamentale ruolo sociale e organizzativo e la condivisione di cibo e bevande è strettamente connessa col rito.

Il sette e l'otto maggio a Pessinetto Fuori, nel Comune di Pessinetto nelle Valli di Lanzo (TO), ci sarà un festival dedicato proprio alle courente: COURENTAMAI, alla sua seconda edizione.

La courenta o courenda è la vera danza tradizionale delle Valli di Lanzo. Esistono numerose varianti nelle tre Valli e quasi ogni paese ha delle caratteristiche proprie. Nelle Valli di Lanzo è la danza più ballata da tutte le fasce di età, è presente in tutte le feste, ha il potere di rallegrare e unire le persone ed è l'unica danza che la gente del posto sente veramente come propria.

La storia di questi balli non è certa ma è molto probabile che risalgano al XVI secolo e che siano di origine italiana o comunque alpina. Si tratta di balli quasi certamente di origine popolare che solo successivamente sono entrati nel repertorio delle danze di corte.

L'etimologia deriva dal latino currere, correre (courir in francese, da cui courante, e corrente in italiano), movimento che ancora rappresenta la prima figura di questa antica danza popolare a coppie oppure in cerchio collettivo.

Questa danza, nelle varianti locali, è rimasta in uso nelle festività tradizionali e senza interruzione temporale solo in alcune valli delle Alpi Occidentali, in particolare nelle Valli di Lanzo, nella Val Vermenagna e nella Val Varaita, è stata recuperata nelle Valli Po, Chisone e Germanasca e, per quanto riguarda il Piemonte, si conoscono attestazioni nelle Valli Grana, Maira, Pellice, Susa e in alcune altre località.

Il sette maggio pomeriggio si terrà uno stage di courente delle Valli di Lanzo in cui verranno insegnate le numerose varianti di questa danza da persone del posto, i veri detentori di questa antica tradizione coreutica. Si potranno quindi apprendere le courente di Viù, Balme, Mezzenile e Pessinetto, Ceres, della Val Grande, di Ala e altre ancora. Verranno dati inoltre alcuni accenni sulla particolare struttura musicale delle courente, regole e prassi rispettate praticamente dai soli suonatori tradizionali locali e che non sono entrate negli stilemi della maggior parte dei suonatori del movimento folk-revival.

Seguirà la sera un concerto a ballo dei Blu l'azard mentre la domenica si comincerà dalla mattina con un Chant'an marcìa, passeggiata canora per le vie del paese, pranzo collettivo e musica nel pomeriggio con il duo tradizionale della Val Vermenagna Franco Romana e Silvio Vallauri, Silvio Peron, una formazione musicale tipica delle Valli di Lanzo, l'ormai noto e internazionale CoroMoro, oltre a ospiti, amici, sorprese varie. In tutta la giornata della domenica sarà allestito un mercato con prodotti di artigianato e ci saranno dimostrazioni dell'antica arte della produzione locale di chiodi.

COURENTAMAI è un festival, un tributo a una danza storica, simbolo di alcune comunità alpine, ma è anche e soprattutto un incontro. Un incontro tra le Valli di Lanzo, con le proprie varianti nella danza ma anche nella lingua, un incontro con la Valle Vermenagna, che come le Valli di Lanzo conserva e danza questo ballo da sempre, un incontro tra gente che si sposta e quindi dalle ampie vedute come sono le persone che abitano la montagna e come sono i componenti del CoroMoro, dove ogni storia individuale potrebbe essere materiale sufficiente per un libro. D'altronde che cos'è una festa, un evento, un ballo se non un incontro e cosa avviene in un incontro se non uno scambio.

COURENTAMAI vuole essere un luogo in cui avviene uno scambio, in cui tutti portano qualcosa di sé, della propria storia sociale e individuale e nello stesso tempo si arricchiscono con una maggiore conoscenza dell'altro.

Per maggiori informazioni dell'evento e prenotazioni: https://courentamai.wordpress.com/

Per maggiori informazioni sulle courente e la musica delle Valli di Lanzo:

Flavio Giacchero, La musica tradizionale delle Valli di Lanzo: il suono amico, in Pagine Nuove 4, Giovani autori per la storia e la cultura delle Valli di Lanzo, Società Storica delle Valli di Lanzo, CXXVIII, 2015.

franco-provenzale

L’avenimënt 2016 ou i eust ën “FESTVAL DLA COURENTA”

Poi incomincia la festa profana, e i priori e le priore, seguiti dai suonatori e da tutta la gioventù di entrambi i sessi, vanno a ballare qualche corrente dalle persone importanti del posto, che, come si usa, gli offrono da bere. Infine vengono da me dove ballano allegramente fino a notte...”.

Ënt ësta maneri lou nobil piemounteis Luigi Francesetti, conte ëd Mizinì, intelletoual, poulitic é imprenditour, ou descrivet ‘na festa trëdisiounal a Mizinì, ënt ël Valadë ëd Leun, ënt lou soun famous libër “Lettres sur les Vallées de Lanzo” doou 1823.

L’istese choze ou capitount praticamënt medeme ëncoù ëncui: è I eu gnint ‘na festa sense courende, li sounadoù ou mancount mai, li prioù ou i ont euncoù ën rol souchal é ourganizatiou é la coundivizioun doou mingì è i eust groupaia a to lou rito.

A li set é eut eud mai a Pisinai Fora, ënt oou Coumun ëd Pisinai, ou sreu ën festival dëdica al courende: COURENTA MAI, a la soua scounda edisioun.

La courenda è i ëst lou bal trëdisiounal ëd lë Valadë ëd Leun. È i eu gro ëd variant ënt ël trai valadë é cazi onhi pais è i eu ëd carateristiquë proprië. Ënt ël Valadë ëd Leun ou i ëst lou bal più balà da toute ël përsounë ëd toutë ërz età, ès treuvët ënt toutë ël festë é è peut ralegrà é butà eunsembioun la geun, è i eust l’unic bal que tuiti ou sontount coumë soun.

La storia ëd ‘sti bal è i eust nhint sgura, ma proubabilmënt è risalët aou XVI secoul é è i eust d’ougin italiana o ëlpina. Czi d’ësgù ès tratët ëd bal d’ourigin poupoular que meuc pi tard ou sount ëntrà a fà part doou repertori ëd li bal di corte.

L’etimoulougia ou vint daou latin currere correre (courir ën frënseis è dìeisì courentë é corrente ën italiën), mouvimënt que ëncoù ou raprezentët la pruma figura ëd st’ ëntic bal poupoular a coubië ën riount coulletiou.

Sto bal, ënt ël variant loucal, ou i ëst balà ënt lë feste trëdisiounal é sensa mai quità meuc ënt ël valadë ëd lë Alp Ouchidental, ën përticoulà ënt ël Valadë ëd Leun, ënt la Val Vermenagna é ën Vla Varaita, è t’istaia recuperaia ënt ël Valadë Po, Quizoun é Germanasca é për seun c’ou rigouardet lou Piemount, è i eu d’atestasioun ënt ël Valadë Grana, Maira, Pelliche, Suza é ën aoutrë loucalità.

A li set ëd mai ënt oou dopou mezdì è i eu në stage ëd courendë ëd lë Valadë ëd Leun oundoua ël persounë doou post, si cou cunhusount veramënt la trëdisioun doou bal, ou moustrount lë noumerouze variant. Ou s’ peuvount ëmparà ël courendë ëd Viù, Balmë, Mizinì, Pisinai, Serë, ëd la Val Grand, d’Ala é tentë aoutrë ëncoù. Ou vinhount dounà ëd cò li përticoulà dla strutura muzical ëd lë courendë, ël regoule rispetaië da li sounadoù trëdisiounal loucal é que ou font part ëd la trëdisioun ëd tui’ li sounadoù doou mouvimënt folk-revival.

A al seira è i eu ën counchert a bal ëd li “Blu l’azard”. La dimingi è s’ ëncaminët a la matin a to ën “Chantant an marchant”: ‘na spasigiada sounora për ël vì doou pais, dinà couletiou é muzica ënt ‘oou dopou mezdì avé lou trio trëdisiounal ëd la Val Vermenanha Franco Romana, Silvio Vellauri é Silvio Peron. Pè ‘na fourmasioun ëd lë Valadë ëd Leun, l’ouramai famous é internasiounal CoroMoro è euncoù ospiti, amis é diversë sourpreizë. Për touta la dimegi è sreu ëd co ën mërcà a to proudot dl’artigianato é dimoustrasioun ëd l’ëntica art ëd fa li quio.

COURENTAMAI è i eust ën festival, ën tribouto an bal storic, siboul ëd lë coumounità ëlpinë, ma è i eust più ëd tout ëncountr. Ëncountr tra ël Valadë ëd Leun, a to ël proprië variant ënt oou bal ma ëd co ënt la lenga, ëncountr avé la Val Vermenanha, que coume ël Valadë ëd Leun, è i eu é è balet sto bal da sempër, ëncountr tra persounë cou boujount é couindi a to larg pensé coumë ël persounë cou istount ën mountanhi é coumë li coumpounënt doou CoroMoro, ëndoua onhi storia persounal è peut èstri material për ën libër. D’aoutrou cant ‘na festa, n’event, ën bal ou sount ëncountr é ënt lh’ëncountr ou sount d’ëscambi. COURENTAMAI è veut èstri ën post d’ëscambi, ëndoua tuiti ou portount carcoza ëd sé, dla propria storia souchal é persounal é ënt l’istes tèn, ou s’ariquesount a to la counousensi ëd l’aoutrou.

Për infourmasioun zl’event é prenoutasioun: https://courentamai.wordpress.com/

Për infourmasioun zlë courende é la muzica ët ël Valadë ëd Leun: Flavio Giacchero, La musica tradizionale delle Valli di Lanzo: il suono amico, in Pagine Nuove 4, Giovani autori per la storia e la cultura delle Valli di Lanzo, Società Storica delle Valli di Lanzo, CXXVIII, 2015