Enti in rete L.482/99   

Erbe e piante che curano. Erbario fitoterapico delle specie autoctone

Biancospino (Crataegus monogyna)

Gueut

a cura di Teresa Geninatti

Biancospino (Crataegus monogyna)
italiano

La pianta: è un arbusto che cresce facilmente in ogni dove, in grado di raggiungere anche i 6-10 metri d'altezza. Vegeta soprattutto in aree boscose e cespugliose, fino a 1.500 metri d'altitudine; è particolarmente diffuso in tutta Europa. I rami sono coperti da numerosissime spine aguzze. Le foglie, sempre caduche, sono alterne, lunghe dai 2 ai 4 centimetri, hanno il margine dentato. I frutti sono piccole bacche rosse. I frutti del biancospino maturano nel primo periodo invernale, tra novembre e dicembre.


Proprietà: è utilizzato per trattare aritmie, lievi insufficienze cardiache, palpitazioni, ipertensione e sindrome ansiosa. Abbassando la pressione arteriosa, è utile in casi di alta pressione. Viene utilizzato anche per combattere l’insonnia e come sedativo; è anche un buon antiossidante.

Come si usa: si mettono in infusione le foglie e i fiori. I frutti sono utilizzati per preparare marmellate o realizzare sciroppi.

franco-provenzale

La piënta: è i ëst n’arbust cou creit fachilmënt dapertout, qu’è peut aruvà fin a li 6 meter d’aoutëssi. È creit più ëd tout ënt li bosc é ëndoua la vegetasioun è i ëst ëd bousoun fin a li 1500 meter d’aoutëssi; ès trëvët ën touta Eouropa. Ël foië, cou cheiount sempër d’invern, ou sount ëlternaië, loungë da li 2 a li 4 cm, ou i ont lou margin dentà. Li fruit ou sount granin quë can cou soun meou ou sount rous. Li fruit dli gueut ou sount mèou ënt ‘oou prum invern, tra nouëmbër é gëzembër.


Prouprietà: è ëst drouvaia për tratà aritmië, ligiëre ënsufichense doou queur, pëlpitasioun, ipertensioun é crusi. È vint drouvaia ëd co për coumbatri l’agitasioun doou seunnou é coume quëlmant; ou i ëst ëd co ën boun aantiossidante.



Coume ès drouvet: ou s’ butount ën infuzioun ël foië é ël fieu. Li fruit ou s’ drouvount për fane mërmelade o sirop.